L’Ordine degli Infermieri di Massa Carrara si rinnova

Nei giorni scorsi nella sede dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Massa Carrara, Ente Sussidiario dello Stato si sono tenute le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo e degli altri organi collegiali per il quadriennio 2021/2024. Nutrita l’affluenza alle urne. Ieri prima riunione post elezione i Consiglieri eletti hanno individuato le cariche del Consiglio Direttivo e della Commissione d’Albo Infermieri, una novità prevista della Legge 3/2018.

L’Ordine è pronto dunque a mettersi al lavoro, per i cittadini e la professione, con impegno, determinazione e innovazione. Luca Fialdini infermiere in terapia intensiva adulti presso l’Ospedale del Cuore (OPA) di Massa è stato nominato presidente, suo vice  è Alberto Badiali, segretariaMiranda Baldini, tesoriereAnnalisa Bonfigli. Il loro lavoro sarà affiancato dai consiglieri: Antonella Cordiviola, Patrizia De Angeli, Angela Fantini, Valentina Fantoni, Patrick Gaeta, Nicholas Lombardini, Andrea Marchini, Simone Mosti, Antonella Nobili, Brenda Rebecchi, Giulia Tonini. A questi sarà affidato un settore e una delega specifica in modo da suddividere il lavoro e puntare all’efficienza dell’Ordine.

La Commissione d’Albo Infermieri è costituita da Osvaldo Bennati (presidente), Mattia Lorenzini (vicepresidente), Karen Petracci (segretario) e dai consiglieri Matteo Bernardoni, Ilaria Bertazzolo, Nicol Maria Platone e Giada Riccio. Nominato anche il Collegio dei Revisori dei Conti: Giulia Maria Ricci e Elena Serenella sono i membri effettivi mentre Ilio Fontani supplente. Tra  i principali obbiettivi il nuovo Consiglio si pone quello di attuare politiche professionali per migliorare la salute dei cittadini e promuovere e tutelare la professione infermieristica.

Soddisfatto Luca Fialdini: “Gli Infermieri – dice – hanno scelto e apprezzato l’impegno che abbiamo dedicato alla professione e ai cittadini in questi anni. L’Ordine continuerà a promuovere l’educazione sanitaria e giornate di prevenzione aperte a tutti i Cittadini. Crediamo che il riconoscimento della nostra professione e del nostro Ente passi anche attraverso queste iniziative. Abbiamo effettuato più di 2500 screening anti Covid-19 nel 2020, gratuitamente, in collaborazione con Enti e Associazioni di Volontariato. Abbiamo garantito i test ai Vigili del Fuoco della nostra Città. Siamo fieri di continuare. L’innovazione avverrà naturalmente grazie ai tanti giovani che hanno deciso di impegnarsi in questa squadra, unita e determinata. È necessario valorizzare il territorio, implementando quanto prima la figura dell’Infermiere di Famiglia e Comunità e dell’Infermiere Scolastico: non si tratta di figure improvvisate, ma di professionisti laureati e preparati per poter assistere al meglio i pazienti fragili e le loro famiglie e per promuovere prevenzione e salute. La Lunigiana e il Comune di Montignoso sono territori ideali per partire con questo nuovo modello. Gli infermieri hanno bisogno di essere valorizzati, professionalmente ed economicamente. Lo stress, correlato all’eccesso dei carichi di lavoro e all’emergenza sanitaria e sociale che stiamo vivendo, sta minando la salute degli infermieri e la sicurezza dei cittadini: è necessario attuare le raccomandazioni degli studi internazionali e nazionali sull’adeguamento degli organici, revisionando i modelli organizzativi, garantendo qualità e sicurezza delle cure. Più infermieri significa più salute. È un messaggio che dovrebbe passare alla comunità e sopratutto alle strutture sanitarie, pubbliche e private, della provincia. Ci aspettano quattro anni impegnativi, di lavoro, – conclude Fialdini – ma non ci spaventa perché passione e competenze sono le caratteristiche che ogni Consigliere porta negli organi di governo dell’Ente. Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli infermieri di Massa Carrara per esserci sempre, al fianco dei pazienti, in ospedale e sul territorio. La pandemia non è finita: servirà ancora tanto lavoro e l’Ordine è sempre al vostro fianco. Grazie, infine, della fiducia accordata: ricordo che l’Ordine è di tutti gli infermieri, servirà l’aiuto e la partecipazione di tutti. Un appello ai Sindaci, alle istituzioni e associazioni locali: la nostra porta è sempre aperta e gli infermieri saranno sempre disponibili a trovare soluzioni per garantire il bene più prezioso, la salute dei cittadini”

Total
3
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!