lunedì 15 Luglio 2024

Le giornate FAI a Pontremoli "un'esperienza che può durare 8 mesi all'anno" secondo il PD

“Le giornate del FAI sono state un momento straordinario per il nostro territorio: Pontremoli può e deve essere così per otto mesi all’anno. Abbiamo tutte le carte in regola per poter fare del turismo la leva fondamentale per creare lavoro e ricchezza”. Lo scrive su una nota il gruppo dei consiglieri PD a Pontremoli.
“I numeri e i fatti dimostrano che sempre più persone sono attirate dalla Lunigiana come luogo di storia, di ambiente, di cultura, del riposo, del buon vivere, del mangiare bene. Pontremoli è naturalmente la capitale della Lunigiana, il riferimento storico e culturale della nostra terra”.
“La generosità e l’amore al territorio dei proprietari dei palazzi storici hanno consentito di aprire le porte di questi tesori; dobbiamo avviare un ragionamento con i privati per creare forme di collaborazione e valorizzare adeguatamente le ricchezze, anche dei patrimoni privati, presenti sul nostro territorio”.
“Soluzioni di questo genere rispondono a criteri di giustizia e di interesse pubblico.
In questa prospettiva bisogna aprire un confronto serio sulla viabilità.
Lo spettacolo più bello delle giornate FAI è stato il centro storico invaso dalle persone, attirate dalla bellezza, ma anche dalla voglia di condividere”.
“Sarebbe un errore tornare a ridurre le nostre piazze a parcheggi; da una parte sono comprensibili i timori dei commercianti che vedono la chiusura al traffico come la “fine” delle loro attività, ma certo è che nel fine settimana del FAI gli esercizi del centro storico non hanno “sofferto” per la chiusura: quella è la via.
E infine il decoro urbano: una città è accogliente soltanto se è pulita, ben tenuta, se le facciate delle case sono decorose, se l’arredo urbano è adeguato”.
“I numeri dimostrano che il centro storico chiuso al traffico, salotto nel quale le persone si incontrano, con i palazzi e le nostre opere d’arte aperte e accessibili è una formula vincente, capace di portare migliaia di persone a Pontremoli.
Questo è possibile per gran parte dell’anno.
Tocca a noi renderlo possibile, ma per farlo serve l’impegno concreto e quotidiano di chi amministra il territorio.
Per trasformare ciò che già abbiamo in lavoro e ricchezza c’è bisogno di studiare e di mettere in campo una strategia concreta e di lungo periodo”.
“Iniziamo ascoltando i professionisti e gli operatori economici del turismo, dell’accoglienza, della ristorazione.
In questi ambiti abbiamo delle eccellenze, che sapranno spiegarci che cosa si aspetta chi viene a Pontremoli, che cosa si potrebbe migliorare, come la politica e la pubblica amministrazione potrebbero intervenire”.
“Per questo, proponiamo e chiediamo che il Consiglio Comunale inviti e ascolti queste persone, per aprire una programmazione seria.
Possiamo e dobbiamo lavorare perché ogni fine settimana Pontremoli sia invasa da migliaia di persone”.

Articoli Simili