Instabilità delle Borse: torna il fantasma spread

L’instabilità della situazione politica del Paese che vede ancora lontana la formazione di un governo, a più di due mesi dalle elezioni del 4 marzo, e la paura di un possibile governo Lega-M5S dalla deriva populista si ripercuotono sulle Borse europee.

Piazza Affari perde il 2,23%, il rendimento del decennale sale di 10 punti base, al 2,05%.
Torna il fantasma dello spread, con una differenza tra Btp e Bund tedeschi che si allarga di oltre 13 punti base, toccando un nuovo massimo di 144, livello più alto dallo scorso 12 gennaio, intanto l’euro cala a 1,777 sul dollaro.

Paure e preoccupazioni verso possibili politiche economiche aggressive verso la Ue turbano i mercati.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: