Nei pressi delle sorgenti del fiume Secchia, lungo una via che conduce sul monte Casarola è avvenuto l’incontro tra il presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano Sen. Fausto Giovanelli ed alcuni associati del Mangia Trekking. Questo ha fatto seguito alla firma del protocollo d’intesa avvenuto nella stazione sciistica di Cerreto Laghi, fra il Comune di Collagna, luogo della montagna appenninica per eccellenza, e l’associazione dell’alpinismo lento. Proprio in quel territorio così caro ed importante per l’associazione, dove, sulle dorsali del Casarola infatti, sono state “scritte” tante delle storie passate, legate alle vicende delle famiglie native di Valbona tra le montagne reggiane, e Sassalbo nell’alta Lunigiana, quelle identità culturali che oggi esprimono tante delle motivazioni e dello spirito originario proprio dell’associazione dell’Alpinismo Lento.

Si è trattato di un incontro piacevole e molto interessante, in quanto il presidente Giovanelli, durante l’intrattenimento con gli amici di Mangia Trekking ha espresso parole molto lusinghiere e si è dimostrato grato e consapevole di quel singolare percorso realizzato dal lavoro dell’associazione, che oggi, come un filo conduttore, collega il Mar Ligure, La Val di Vara, la Lunigiana, l’Appennino Tosco Emiliano, la Garfagnana e le Alpi Apuane. Un obiettivo primario perseguito anche dal suo Ente, così ha dichiarato. Qualche foto ricordo per immortalare il momento e poi il saluto con una bella promessa del presidente Giovanelli, trovare il tempo ed uno spazio per Mangia Trekking, affinché l’associazione sia adeguatamente inserita tra i collaboratori dell’Ente, quantomeno per riconoscerle il merito di essere e rappresentare un concreto valore aggiunto nei territori di pertinenza del Parco Nazionale dell’ Appennino Tosco Emiliano.

Così nel congedarsi, lassù in uno scenario davvero straordinario, il presidente Giovanelli si è riservato d’incontrare ancora e presto, i vertici dell’associazione soprattutto, come detto, per valutare un modo appropriato per una fattiva cooperazione. E gli amici del Mangia Trekking, il presidente Giuliano Guerri, la guida Otello Galeazzi, presenti all’incontro, favorevolmente impressionati, ma non solititi a facili entusiasmi, richiamando il titolo di un celebre romanzo del secolo scorso di Archibald Joseph Cronin, si sono accomunati in un “The stars look down”….staremo a guardare.

Total
0
Condividi
Articoli simili
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!