sabato 24 Settembre 2022

Il fieno è ormai pagato a peso d’oro, rubate 32 balle a Licciana Nardi

Foraggere come l’oro. E nelle campagna si registrano i primi episodi di furti di balle di fieno. E’ accaduto in Lunigiana, a Licciana Nardi (Ms), dove nell’arco di una notte sono spariti dai campi dove erano stati depositati in attesa di essere trasportati in stalla una trentina di rotoli di fieno raccolti da un’azienda agricola destinati all’alimentazione del suo bestiame.

A denunciarlo è Coldiretti Massa Carrara secondo cui nel 2021, in Toscana, gli episodi di sottrazione in campagna sono in aumento. Non solo gasolio, motozappe attrezzature, rame e persino trattori, tra i furti in crescita ci sono quelli nelle stalle con 41 capi tra ovini e caprini rubati nel 2021 secondo le statistiche dell’anagrafe zootecnica. Ora anche le foraggere entrano nella lista dei beni da rubare.

“La stagione foraggiera è stata molto scarsa a causa della lunga siccità che ha colpito anche la Lunigiana. I pascoli erano secchi e le aziende hanno raccolto meno di quello di cui hanno effettivamente bisogno per l’alimentazione del bestiame durante il lungo inverno. Per alimentare i capi dovranno purtroppo acquistarlo e questo comporterà un ulteriore aggravio di costi in un contesto di grandissima fragilità e difficoltà per il settore zootecnico. – spiega Francesca Ferrari, Presidente Coldiretti Massa Carrara – Agli effetti climatici dobbiamo poi sommare i rincari che i mangimi stanno subendo ormai ininterrottamente da quasi un anno ancora prima dell’inizio del conflitto. Oggi acquistare una balla di fieno costa il doppio rispetto ad un anno fa: siamo nell’ordine di 100 euro a rotolo contro i 45 euro di un anno fa. Ed è solo una delle voci che hanno travolto le stalle. Un furto di 32 balle di fieno per una piccola azienda agricola significa costringere l’allevatore ad un ulteriore ingiusto sacrificio economico e a vendere i capi”.

Il fatto risale ad alcuni giorni fa quando il titolare dell’azienda agricola, Nana Daniele, allevatore di bovini da tre generazioni, si era recato all’appezzamento di terreno per caricare le balle di fieno e trasportarle all’azienda. Ma delle balle da fieno non c’era più traccia. Il danno stimato per l’azienda è di circa 3.000 – 3.500 euro. 

L’azienda agricola sporgerà regolare denuncia contro ignoti.

Ultime notizie

Sorpreso a rubare sul lungomare di Lerici, arrestato dai Carabinieri

Ieri pomeriggio, sul Lungomare di Lerici, un cittadino di origine marocchine, pluripregiudicato, è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato. L’uomo, in compagnia...

Lavori sulla linea ferroviaria La Spezia – Parma

Sono in programma, dalle ore 23.30 di venerdì 23 alle 4.40 di lunedì 26, lavori di manutenzione sulla linea Pontremolese La Spezia – Parma...

Condannato a 7 anni di reclusione, arrestato ad Ameglia dalla Polizia

È stato tratto in arresto in esecuzione di un ordine che dispone la carcerazione emesso ieri dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte...
it_ITItalian