Gassano vi aspetta con la gara-spettacolo de "Il Palio della Tragia"

unnamed (1)Cercate di ricordare lo sforzo più grande che avete mai fatto. Ecco, ora immaginate di ripeterlo. Però correndo senza sosta per almeno 500 metri, in alcuni casi in salita ripida, in altri giù per scale piallate dal tempo e dall’uso.

Così potreste avere una lontana idea di cosa significa correre il Palio della Tragia, nato e cresciuto, tranne una breve parentesi aullese, in quel di Gassano: dapprima sfida – molto sentita, si badi bene – fra i rioni del paese: Corta e Pesala, Piazza, Santa Chiara, Stazione, Via di Fuori, ed ora aperta al circondario del comune di Fivizzano e di alcuni Paesi limitrofi.

Il concetto è semplice. E un po’ folle. Far fare agli uomini quello che un tempo facevano i buoi. Ovvero trascinare in giro per il Paese, la cui conformazione da un lato complica la vita ai corridori ma dall’altro aumenta a dismisura il grado di spettacolo garantito dalla corsa, la tragia, ovvero la slitta che un tempo veniva caricata di fieno e trascinata per le campagne da una coppia di buoi.

L’effetto visivo è assicurato. Sei squadre che letteralmente si danno battaglia lungo le strade, ma anche i viottoli e le scale del paese. Con sorpassi, contro-sorpassi e, fenomeno non raro, crolli a terra a causa dello sforzo eccessivo. Ma anche l’impatto sonoro non è da trascurare: le trage che strusciano sull’asfalto producono un rumore caratteristico, appena lo sentirete una volta non lo scorderete più.

E soprattutto non scorderete l’espressione di chi, dopo tutta quella fatica, taglia per primo il traguardo. E di chi, dopo tutta quella fatica, arriva dietro, magari solo di qualche metro. E già prepara la vendetta per l’anno successivo.

Il Palio della Tragia è tutto questo, ma anche di più. E’ un paese addobbato a festa, è una cucina sempre aperta e un bar sempre fornito nei giorni delle prove generali e della gara conclusiva. È feste, balli e risate. E pure qualche litigio, ma altrimenti non sarebbe il Palio.

Se volete vedere qualcosa di diverso ed emozionante, non perdetevelo: da Lunedì 27 luglio a Sabato 1 agosto.

Locandina Tragia

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: