Festeggiata Santa Barbara presso il CIMA di Aulla

12325079_10208177062173330_1489758410_nUn evento importante quello che si è tenuto questa mattina presso il Centro Interforze Munizionamento Avanzato dei Surrogati di Aulla, dove è stata deposta la tradizionale corona a Santa Barbara, la protettrice della Marina Militare, dei Vigili del Fuoco, delle armi di Artiglieria e Genio.

L’invito, che ci è stato fatto dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di guerra sezione Aulla e Lunigiana, ci ha permesso di entrare nello spirito della cerimonia e di condividere, con i numerosi corpi militari presenti, l’emozione e il valore della ricorrenza.

Per la prima volta la Regione è stata presente a tale manifestazione attraverso la figura di Giacomo Bugliani, consigliere Regionale della Provincia di Massa Carrara. In prima fila anche il sindaco di Licciana Nardi Enzo Manenti e il Consigliere dell’Amministrazione Comunale di Aulla Sandro Caponi.

12351298_10208177059573265_248083923_nLa partecipazione è stata molto sentita e la messa tenutasi nella mattinata, alla quale è seguito poi il brindisi di rituale e un concorso con protagoniste tante buonissime torte, è stata impostata all’insegna della Misericordia, punto cardine del vicino Giubileo indetto da Papa Francesco.

Per rispettare ed onorare tutti i caduti in guerra e coloro che, ancora oggi, si prodigano per difendere la nostra patria, ci uniamo alla commemorazione condividendo con voi la Preghiera del Marinaio.

A Te, o grande  eterno Iddio,

Signore del cielo e dell’abisso,

cui obbediscono i venti e le onde, noi,

uomini di mare e di guerra,Ufficiali e Marinai d’Italia,

da  questa sacra nave armata della Patria leviamo i cuori.

Salva ed esalta, nella Tua fede, o gran Dio, la nostra Nazione.

Dà giusta gloria e potenza alla  nostra bandiera,

comanda che la tempesta ed i flutti servano a lei;

poni sul nemico il terrore di lei;

fa che per sempre la cingano in difesa petti di ferro,

più forti del ferro che cinge questa nave,

a lei per sempre dona vittoria.

Benedici , o Signore, le nostre case lontane, le care genti.

Benedici nella cadente notte il riposo del popolo,

benedici noi che, per esso, vegliamo in armi sul mare.

Benedici!

12351162_10208177061693318_1027711645_n

Total
0
Shares
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!