Esploranda presenta "La via della seta, una storia millenaria tra oriente ed occidente"

La via della seta, una storia millenaria tra oriente ed occidente, è questo il titolo dell’incontro promosso da Associazione Esploranda e che si terrà mercoledì 7 febbraio alle ore 17, presso il presso il centro sociale Cento Fiori di via della Repubblica 49 ad Arpiola (Mulazzo). Introduce l’incontro Giorgio Pagano.

La conferenza è basata su un diario e su un reportage fotografico, frutto di un viaggio di studi di Giorgio Pagano lungo alcuni tratti della Via della Seta: una rete di strade, un fascio di percorsi terrestri e marittimi che hanno spostato nel corso dei secoli uomini, merci e conoscenze dall’estremità orientale dell’Asia fino al Mediterraneo e all’Europa. Romantica e recente, l’espressione «Via della Seta» restituisce il senso di un mondo vasto, attraversato fin dai tempi antichi da guerre e conflitti ma animato anche dal fervore di scambi commerciali, culturali e politici. Alessandria, Chang’an, Samarcanda, Bukhara, Baghdad, Istanbul: sono alcune delle tappe di un viaggio millenario che giunge fin dentro al nostro presente. Perché la Via della Seta non è solo un racconto del passato, ma ha a che fare con il nostro futuro globale. La storia suggestiva della Via della Seta comincia in un passato antico e si snoda per secoli. Oggi quel percorso sta cominciando a unire Paesi che aspirano a svolgere un ruolo dominante sulla scena mondiale.

Sindaco di La Spezia dal 1997 al 2007, Giorgio Pagano è laureato in filosofia. E’ stato l’ultimo segretario provinciale del Pci spezzino (1990-1991) e il primo del Pds (1991-1993). Attualmente collabora con enti locali e Ong su progetti di cooperazione internazionale in Palestina e in Africa e presiede, dal 2010, l’associazione Funzionari senza Frontiere. Alla Spezia presiede l’Associazione Culturale Mediterraneo ed è copresidente del Comitato Unitario della Resistenza. E’ stato tra i promotor dell’Osservatorio Civico Ligure. A partire dal 2002 ha pubblicato numerose interviste e libri, l’ultimo dei quali è un “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” con Maria Cristina Mirabello. E’ opinionista e fotografo.

L’ Associazione Esploranda per realizzare tutte le iniziative si avvale solo del contributo tessera annuale di 5 euro per gli adulti e 3 euro per minorenni e studenti. Sottoscrivere la tessera è un modo per sostenere Esploranda, tuttavia non è obbligatorio per partecipare agli incontri.
Agli studenti del triennio delle superiori ad ogni incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione che potrà essere utilizzato per il credito formativo. Per informazioni sull’attività di Esploranda chiamare Loredana Capponi 338-8203072 dopo le ore 13.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!