venerdì 7 Ottobre 2022

Coronavirus, proseguono i controlli dei carabinieri: denunciati fan della tintarella al mare nonostante i divieti, una coppia uscita per cena e un cittadino senegalese

Prosegue senza sosta lo sforzo di tutti i reparti dell’Arma dei carabinieri presenti sul territorio provinciale per garantire il rispetto delle misure varate dal Governo per contenere la diffusione del Coronavirus, e per soddisfare le crescenti richieste al 112 da parte di cittadini in cerca di informazioni o rassicurazioni sull’emergenza in atto.
A fronte del comportamento responsabile tenuto dalla maggioranza dei cittadini apuani, che nel rispetto delle normative rimane all’interno della propria abitazione, limitando gli spostamenti ai soli casi di necessità consentiti, continuano però a registrarsi quotidiane violazioni delle prescrizioni imposte.
E’ il caso di diversi cittadini che, sfruttando le giornate soleggiate, si sono riversati sulle spiagge del litorale, proprio dove i militari della compagnia di Carrara hanno intensificato i controlli.
“Ho bisogno di respirare aria di mare per la salute…”, oppure “Pensavo di poter prendere un po’ di sole in spiaggia….”, sono queste alcune delle motivazioni che negli scorsi giorni sono costate una denuncia ad alcuni cittadini usciti di casa, noncuranti delle disposizioni contenute nel decreto governativo.
A Carrara molti furbetti sono stati rintracciati dietro gli scogli della zona costiera, dove avevano trovato riparo per non farsi notare, ma sono stati ugualmente trovati dai carabinieri. È il caso di un uomo di 57 anni, naturista proveniente da Sarzana, che è stato denunciato all’autorità giudiziaria, poichè stava prendendo il sole steso sugli scogli completamente nudo.
Scene simili sul lungomare di Marina di Carrara, dove i militari hanno dovuto raggiungere direttamente in spiaggia chi aveva incautamente pensato di stendersi al sole per una tintarella fuori stagione, raccogliendo anche in questo caso le giustificazioni più disparate.
A Fosdinovo, un cittadino senegalese è stato denunciato dai carabinieri della stazione locale perchè stazionava in prossimità dell’ingresso di un supermercato di Caniparola, senza che fosse lì per approvvigionarsi di generi di prima necessità. In ultimo una coppia di Carrara, di ritorno da una cena a casa di amici, dopo aver ricevuto le previste contestazioni da parte dei carabinieri, ha avuto l’ardire di rispondere che a loro “non fregava nulla del divieto di uscire” imposto dall’Autorità, motivo per il quale anche per loro è scattata la denuncia ai senso dell’art. 650 del Codice Penale.

Ultime notizie

Geotermia, la Toscana punta al raddoppio. Monni: “Governo, basta incertezze”

La Toscana punta al raddoppio della potenza geotermica in tempi brevi. A Earth, fiera dell’innovazione tecnologica in campo ambientale, l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni...

Mostra e Convegno  “I funghi del castagneto”

L’autunno si sa, è stagione ricca per il Comune di Pontremoli e per tutto il territorio in cui questo è inserito. Funghi, castagne, cromature...

Tpl, Baccelli scrive ad Autolinee: “Troppi disservizi, necessari chiarimenti”

Oltre 1000 reclami giunti al Numero Verde regionale, il triplo di quelli pervenuti nello stesso periodo l’anno scorso. Oltre il 40% di questi riguarda...
it_ITItalian