Consulta genitori Casola e Fivizzano: "Vogliamo una scuola nuova per i nostri ragazzi"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa della consulta genitori Fivizzano Casola.

In questi giorni la Provincia di Massa-Carrara ha siglato un accordo con il Comune di Fivizzano per la rimodulazione del progetto iniziale di costruzione di un polo scolastico. Con questo accordo in sostanza si riparte da zero, o meglio si riparte da un finanziamento di quasi tre milioni di euro, che è a disposizione già da settembre 2015, e che verrà utilizzato non si sa quando visto che il Comune di Fivizzano deve ancora realizzare la parte progettuale di questa nuova idea di scuola. Pertanto dopo cinque anni dalla dichiarazione di inagibilità degli edifici scolastici che ospitavano dli Istituti Tecnici Economico e Agrario, siamo ancora a discutere quale sia la soluzione migliore e nonostante un progetto approvato e finanziato della Provincia che prevede la costruzione di una scuola nuova per il Polo Tecnico e che in tempi brevi potrebbe dare ai nostri ragazzi spazi adeguati in un nuovissimo edificio scolastico.

A inizio Febbraio di quest’anno il Presidente della Provincia di Massa-Carrara Buffoni aveva scritto sui giornali dello stanziamento di quasi 3 milioni di euro, già e dell’imminente inizio lavori. Nonostante questa dichiarazione pubblica il Comune di Fivizzano ha rimesso tutto in discussione per motivi che a noi semplici cittadini non è dato a sapersi, ma ormai non è più tollerabile si vada avanti in una situazione di precarietà nonostante ci sia un progetto approvato e finanziato per la costruzione di una scuola nuova a Fivizzano per i nostri ragazzi.

Sul sito internet della Provincia in relazione a questo nuovo accordo con il Comune si scrive testualmente: “L’area del vecchio edificio del Sambuchi, inagibile, verrà messa in sicurezza attraverso la demolizione della struttura: verrà ricavata un’area sufficiente per una miglior fruizione di tutto il polo scolastico.” Quindi si demolisce tutto per far posto a una non precisata area scolastica!?!?!? Cosa significa?

Si vuole recuperare una scuola media comunale abbandonata alcuni anni fa e praticamente tutta da rifare dove dovrebbe andare un solo Istituto Superiore e non si costruisce nulla di nuovo.

Ma allora, senza perdere tanto tempo non si sarebbe potuto recuperare il vecchio “Sambuchi”, edificio provinciale che poteva ospitare tutte le scuole Superiori, con la sua bellissima palestra, come del resto la Provincia avrebbe voluto fare fin dall’inizio come testimoniato dal progetto inserito nel piano provinciale di edilizia scolastica 2013-15???

Se allora si disse di NO perchè Fivizzano aveva bisogno di un edificio nuovo costruito con criteri di sicurezza e con nuove tecnologie edilizie nel rispetto nelle norme e del risparmio energetico, perchè oggi di dice SI al recupero di un edificio comunale vecchio e abbandonato?

Si possono spendere quasi 3 milioni di denaro pubblico per demolire un edificio grande e ancora bello senza costruire nulla di Nuovo?

Ma soprattutto è mai possibile che ancora oggi la parte politica fa e disfa a suo piacimento progetti su come dovrà essere l’organizzazione scolastica del futuro senza coinvolgere le dirette parti interessate quale il mondo della scuola e le famiglie

Facciamo pertanto un appello alla Provincia di Massa Carrara e al Comune di Fivizzano affinché tornino sui loro passi e procedano spediti con la costruzione di una scuola nuova dove si potrebbe demolire solo l’edificio centrale e recuperare, mettendoli in sicurezza, la palestra e i laboratori. Gli studenti hanno bisogno di una collocazione definitiva in una scuola nuova e in brevissimo tempo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!