Consiglio comunale di Fivizzano all'unanimità: "Implementare il polo riabilitativo Don Gnocchi"

Il Polo riabilitativo Don Gnocchi di Fivizzano ha accolto i primi pazienti nel gennaio 2014 , ma non ha ancora raggiunto la piena operatività in quanto al momento sono attivi soltanto 32 dei 60 posti letto previsti dalla Convenzione approvata nel 2004  dalla Regione Toscana e tutt’ora disattesa, questo è uno dei motivi per cui il Consiglio Comunale di Fivizzano chiede l’apertura del 2° piano, attivando 3 moduli da 8 posti letto così suddivisi:

  1. Un modulo residenziale per la leni terapia che entrerà a far parte della rete delle cure palliative di assistenza ai malati terminali della zona Lunigiana, utilizzabile anche per l’assistenza in ricovero temporaneo di pazienti affetti da malattie progressive in fase avanzata
  2. Un modulo residenziale destinato ad accogliere i pazienti nella fase post acuta alla dimissione ospedaliera. Questa struttura identificherà un livello intermedio tra la degenza ospedaliera per acuti e le strutture territoriali, offrendo una modalità di assistenza infermieristica avanzata e un’adeguata assistenza medica giornaliera. Il servizio sarà rivolto a soggetti in dimissione da reparti per acuti che necessitano di assistenza medica sulle 24 ore, in ambiente sanitario, per la gestione della fase immediatamente successiva alla fase di stabilizzazione in ospedali per acuti, assicurando la continuità terapeutica ed assistenziale, qualora necessario, riabilitativa.
  3. Un modulo destinato all’assistenza delle malattie degenerative del sistema nervoso e al ricovero di pazienti in situazione di handicap gravissimo, con gravi disabilità conseguenti a patologie neurologiche in fase avanzata, che necessitano di assistenza nella cura di sé, nella mobilità, nonché di supervisione continuativa nell’arco delle 24 ore, non assistibili a domicilio.
  4. 2. Si richiede anestesista rianimatore h24 anche per dare impulso all’attività di week surgery e al Ps.
  5. 3. Riduzione dei tempi delle liste d’attesa per le indagini diagnostiche ( mammografia , ecografia, risonanza magnetica, ecodoppler e viste specialistiche )
  6. 4. Richiesta di medici radiologi per garantire la copertura della turnazione  di tutti i giorni compreso il sabato.
  7. 5.Si  richiede l’attivazione di 2 posti letto di OBI (osservazione breve intensità)  presso il Ps. di Fivizzano, garantendo la presenza di personale infermieristico dedicato per gli accessi di Ps. che richiedono un percorso di diagnosi e cura applicabili nell’arco delle 48/72 ore  per evitare ricoveri impropri ed eventuali trasferimenti dei pazienti in altri stabilimenti ospedalieri e piena applicazione dell’osservazione breve nei reparti. Nel  Ps. si richiede la dotazione  di strumentazione  e che il personale venga formato per eseguire ecofast,  dato che la presenza del medico radiologo non è garantita h24.
  8. 6.Si  richiede, infine,  che vengano ricoperti gli organici medici ed ortopedici attualmente ridotti per pensionamenti non sostituiti.
Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!