Confartigianato La Spezia: possibile spostarsi dal comune per raccogliere e molire olive

L’Aifo Confartigianato La Spezia, in merito all’entrata in vigore del Dpcm del 3 novembre 2020 e al cambiamento di zona della Regione Liguria in arancione comunica che rimane consentito lo svolgimento dell’attività di raccolta olive e di molitura presso i frantoi in quanto attività non differibile.

I privati possono pertanto continuare a recarsi nei frantoi di fiducia, anche fuori comune, per la frangitura. In quanto all’art. 2 comma b) si chiarisce che è possibile lo spostamento, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, “per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”. Resta pertanto possibile per i clienti lo spostamento con autocertificazione, previa prenotazione presso il frantoio oleario. La campagna olearia 2020 prosegue. Mentre la produzione di olio extravergine d’oliva al Sud è in calo causato principalmente dalle anomalie climatiche, dal maltempo alla siccità e dalla Xylella, in Liguria si prevede un buon livello quantitativo e qualitativo, grazie all’ottima fioritura, seguita da una buona allegagione.

I frantoi della provincia della Spezia operano in sicurezza garantendo l’applicazione dei disciplinari e il distanziamento sociale. Aifo-Confartigianato La Spezia ricorda ai clienti che le disposizioni sanitarie per l’emergenza epidemiologica SARS-CoV-2 vietano severamente di accedere ai locali dei laboratori.

Lascia un commento
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!