Condannato a studiare, uccise il compagno della madre a Carrodano

Due anni fa uccise con un coltello il compagno della madre a Carrodano, vicino a La Spezia; ma se completerà gli studi e seguirà un programma graduale di recupero e reinserimento potrà evitare il processo. È quanto deciso dai giudici del tribunale dei minori di Genova che hanno accolto l’istanza dei legali del giovane, gli avvocati Alessandro Mammana e Alessandro Rosson.

Per 3 anni il giovane verrà seguito dal tribunale: dovrà finire il liceo e fare un percorso di reinserimento sociale. Solo a questo punto i giudici prenderanno una decisione in merito: se dichiarare estinto il reato o rinviare a giudizio il ragazzo. Il giovane, che all’epoca aveva solo 15 anni, aveva ucciso a coltellate il compagno della madre poiché da lui stesso terrorizzato.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
0
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!