Tutti i servizi in piazza: ecco l'Agorà della Salute, sabato mattina ad Aulla

È stata presentata ieri, in conferenza stampa, l’attesa “Agorà della Salute” in programma sabato mattina ad Aulla. Ultima tappa degli incontri tenutisi nei diversi Comuni da marzo a oggi prevede l’incontro, dalle 9 alle 13.30, fra operatori, responsabili e utenti. “Come Amministrazione siamo felici di ospitare questa iniziativa – ha detto Tania Brunetti, assessore ai Servizi e alle Politiche Sociali, all’Igiene, al Diritto al gioco, al Personale e all’Assegnazione alloggi – È un’iniziativa molto apprezzabile perché intende stimolare la partecipazione attiva della cittadinanza e così dimostra che la Società della Salute non è autoreferenziale, ma attenta a diminuire la distanza utenti – strutture, recependo le diverse istanze di chi se ne serve”.

“Proprio così – ha aggiunto Riccardo Varese, presidente della Società della Salute – l’Agorà non è altro che questo: incontrare i cittadini, come già abbiamo fatto, per raccontare quello che abbiamo fatto e che potremmo e, al contempo, ascoltare le problematiche avvertite nel territorio. Mi auguro ci sia partecipazione: noi ci impegniamo ad andare tra la gente e a ‘farci vedere’, ma ci interessa recepire critiche e proposte. Certo, non posso che essere orgoglioso della nostra Società della Salute, nata sperimentalmente e oggi tra le migliori a livello regionale – e questo anche grazie alla buona collaborazione con ogni Amministratore e con il direttore De Lauretis, verso di noi e verso il nostro territorio sempre sensibile. Perché abbiamo scelto Aulla? Perché centrale, con la maggior concentrazione di servizi e capace di accogliere ogni giorno dalle 500 alle 600 persone, spesso provenienti da fuori Comune”.

Ultima a parlare, Rosanna Vallelonga, direttore della Società della Salute: “Voglio ringraziare il presidente Varese, il Comune ospitante e tutti i Sindaci perché, davvero, con tutti loro ho ottimi rapporti. Come è stato già detto, l’Agorà nasce per incentivare la partecipazione e, come la consulta e il comitato, è prevista dalla legge regionale: sono questi gli organi e le occasioni entro i quali confrontarsi per condividere azioni e linee programmatiche. Come è stato già detto, poi, abbiamo scelto Aulla perché centrale e perciò ideale per pensare alla Lunigiana nel suo insieme. Noi ci mettiamo in piazza e lo facciamo soprattutto per comprendere la percezione della gente: non sempre si riesce e crediamo, invece, sia fondamentale. Solo così potremo migliorare e migliorare, oltre che nell’offerta dei servizi, in termini di relazione – non meno importante di professionalità e competenze”.

L’Agorà, ha spiegato, è uno degli strumenti da usare per la programmazione. Per questo prevede due momenti divisi e paralleli, tra Sala Consigliare e piazza Cavour, dove sarà allestito il “Villaggio della Salute”. Il primo vedrà la partecipazione di tutti gli amministratori, del mondo del volontariato, dell’associazionismo, del no profit, insomma di tutti i soggetti e gli attori che hanno interesse ad esserci: dei cittadini e delle realtà che si impegnano nel controllo dell’erogazione dei servizi. Qui, dalle 9, interverranno: il Sindaco Roberto Valettini, il presidente SdS Riccardo Varese, il direttore generale dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest Maria Teresa De Lauretis, il coordinatore sanitario SdS Amedeo Baldi e la coordinatrice sociale SdS Daniela Ghelfi; con loro il presidente del Comitato di partecipazione, Giacomo Perfigli, e la presidente della Consulta del terzo settore, Claudia Gulminelli. Il tutto prima del dibattito con ogni presente e sotto la moderazione di Rosanna Vallelonga, direttore. Ci sarà spazio, perciò, per interventi istituzionali e tecnici, oltre che per tutti gli invitati e i cittadini presenti. Un video, realizzato da noi dell’Eco della Lunigiana, servirà poi a presentare i Servizi: “Davvero tantissimi – dicono -, dobbiamo mantenerli”.

Servizi che si presenteranno anche da soli, nel “Vilaggio della Salute”, allestito in piazza Cavour in oltre 25 banchetti: “Sono tantissimi i servizi e gli operatori che hanno deciso di mettersi in gioco per raccontarsi e incontrarvi: intendiamo ringraziarli perché disponibili e presenti e speriamo andiate a conoscerli”. Volendo con bambini perché ci sarà spazio anche per i più piccoli, con giochi organizzati e realizzati da operatori, animatori e dipendenti. Oltre a questo, ci sarà la possibilità di effettuare gratuitamente visite ed esami e di conoscere gli infermieri della ‘nuova’ medicina d’iniziativa, innovativa e nata per seguire da vicino i pazienti. Sempre qui saranno organizzate interviste, per ascoltare pareri e suggerimenti: “Non possiamo nascondere l’orgoglio per il lavoro fatto in questi anni, ma ci teniamo davvero a confrontarci e parlare con voi tutti: solo così potremo migliorarci e intervenire sugli aspetti più critici”.

Total
0
Condividi
Lascia un commento
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: