Claudia, la prima vaccinata in Italia i no vax: “E adesso vediamo quando muori”

0
159
Claudia

Claudia Alivernini, è il nome della prima vaccinata in Italia, infermiera 29 anni, aveva parlato del vaccino come un “atto d’amore”. I no vax non sono stati però molto “carini” con lei, anzi, l’hanno riempita, sui social, di messaggi di odio e minacce, constringendola a chiudere i suoi profili.

Alivernini subito dopo la vaccinazione spiegava:  “L’ho fatto con profondo orgoglio, un gesto piccolo ma fondamentale per tutti noi e dunque lo dico con il cuore, vacciniamoci. Per noi, per i nostri cari e per la collettività. Sono qui come cittadina e soprattutto come infermiera, a rappresentare tutti coloro che hanno scelto di credere nella scienza”.

Claudia ha raccontato di come i suoi occhi abbiano visto “quanto sia difficile combattere questo virus”, di quanto dolore abbia provocato “assistere alle sconfitte”. Ed è per questo che secondo lei la scienza è “l’unico mezzo, assieme al senso civico di ognuno di noi, che ci permetterà di vincere questa battaglia”.

Il senso civico però non scorre nelle vene di tutti, a darne per primo la notizia è stato il Messaggero:

“E ora vediamo quando muori”. I commenti velenosi dei No-Vax non si sono risparmiati fin dalla prima uscita pubblica per Claudia Alivernini, la giovane infermiera dello Spallanzani di Roma, prima vaccinata anti-Covid in Italia. Sono apparsi sui profili istituzionali che diffondevano la notizia, quindi gli haters del web sono andati a caccia della sua pagina Facebook per scatenarsi. Tanto che la ventinovenne, alla vigilia della storica iniezione, ha preferito togliersi dai social, sospendere il suo profilo per meglio tutelare se stessa, la sua privacy e la sua famiglia. Non solo. Claudia, che è laureata in Scienze Infermieristiche e fa parte del primo blocco delle Uscar del Lazio, ovvero quelle unità speciali che dall’inizio della pandemia sono state inviate in prima linea su tutti i “fronti” del virus dalle zone rosse, alle Rsa infettate, dagli aeroporti per lo screening con i tamponi, all’assistenza domiciliare dei positivi, ha avuto la brutta sorpresa di ritrovarsi “replicata” in due distinti falsi profili Instagram, uno dei quali con la sua foto e sbandierato come “Claudia Alivernini prima vaccinata in Italia”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.