Premio Bancarellino: scelti i 5 libri finalisti per il 2020

0
86

Centoquaranta scuole partecipanti distribuite in tutt’Italia. Oltre 3mila 300 libri spediti dalla Fondazione Città del Libro per il “Progetto Lettura”. Cinque le opere selezionate che andranno a contendersi la 63° edizione del Premio Bancarellino, che anno dopo anno continua a mietere successo, partecipazione, visibilità e notorietà. Sono questi i numeri della 63° edizione del Bancarellino, che tra mille difficoltà, in mezzo a questa terribile pandemia,è riuscito ad arrivare al Premio Selezione.

Il Premio, si sarebbe dovuto svolgere a Maggio ed è mancata certamente a tutti l’immensa folla di ragazzi che ogni anno invadeva le strade di Pontremoli, impegnati ad ascoltare e conoscere i cinque autori finalisti e a votarli. Il virus ha rallentato la macchina del Premio ma non l’ha interrotta: infatti alla riapertura delle scuole, seppur con mille ostacoli, i ragazzi hanno letto e votato i libri ed oggi abbiamo la rosa dei cinque finalisti. Ed è proprio questo il bello del Premio, rivolto alla letteratura per ragazzi: sono loro che “gestiscono” i giochi, loro che determinano chi passerà l’ardua selezione, loro che decidono qual è il libro che più li ha appassionati, coinvolti, divertiti o fatto riflettere.

Nella giornata del 14 novembre si sono chiuse le votazioni da parte degli Istituti Scolastici, che sparsi su tutto lo Stivale, dalle Alpi sino alla Sicilia, hanno letto e espresso preferenze con i voti dall’1 al 10, compresi i vari centesimi. E per dare la possibilità a tutti anche a chi non ha ricevuto in tempo i libri, per la chiusura della propria scuola e per la grandissima quantità di votazioni giunte, si è protratta a lungo la decodifica dei dati pervenuti da parte della Fondazione Città del Libro Ecco dunque la rosa dei cinque: “Eterni secondi perdere è un’avventura meravigliosa”, di Rosario Esposito la Rossa, Enaudi Ragazzi, “Un attimo tutta la vita”, di Fulvia degli Innocenti e Giuliana Facchini Raffaello Ragazzi, “Darkness”, di Leonardo Patrignani Dea Planeta, “Volevo essere Maradona”, di Valeria Ancione, Mondadori, “In punta di piedi sull’orizzonte”, di Elisa Castiglioni, Il Castoro.

Saranno loro a contendersi il primato di fronte ad un folto ed animato pubblico di ragazzi , che anche se non in presenza, di certo non farà mancare calore e coinvolgimento. Quest’anno infatti i cinque libri saranno di nuovo valutati dai ragazzi delle scuole partecipanti il progetto lettura con un voto espresso sempre attraverso una scheda inviata alle scuole.

Il conteggio dei voti sarà effettuato dalla commissione Premio Bancarellino il 5 Dicembre 2020.
Il Premio Bancarellino si presenta anche quest’anno come un evento davvero sorprendente, capace di superare ostacoli molto difficili quali l’interruzione della scuola e diventare, giorno dopo giorno, rinforzato ed oggi più vivo che mai. Il Bancarellino è rivolto ai più giovani ma gli viene attribuito, da tutto il mondo dell’editoria, un grande riconoscimento per freschezza e genuinità, richiamando edizione dopo edizione, interesse nella certezza di partecipare a qualcosa di unico e attrattivo.
L’appuntamento non sarà in piazza, all’ombra dell’amato Campanone, ma on line, con lo stesso calore e passione.

A farla da padrone saranno le voci dei ragazzi che non riempiranno l’atmosfera e il centro storico, con risate, chiacchiere, riflessioni e commenti ma non faranno mancare passione ed entusiasmo anche attraverso i nuovi mezzi di comunicazione
Inoltre il team del Premio Bancarellino ha già ideato un’edizione per il 2021 per necessità nuova ma non per questo meno avvincente
Un momento unico il Bancarellino sul panorama territoriale e non solo.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.