Sassari, operatori 118 stremati per attesa delle ambulanze

0
262
Cagliari. Gli operatori del 118 sono stremati, bardati con tute protettive, costretti a code estenuanti davanti agli ospedali (in alcuni casi anche di 12 ore) in attesa che i pazienti dentro le ambulanze possano accedere ai Pronto Soccorso dell'isola.

Gli operatori del 118 a Sassari “stremati, bardati con tute protettive, costretti a code estenuanti davanti agli ospedali (in alcuni casi anche di 12 ore) in attesa che i pazienti dentro le ambulanze possano accedere ai Pronto Soccorso dell’isola”. L’immagine è stata pubblicata su Facebook dalla Società italiana Sistema 118, un’istantanea che rappresenta in pieno la grande mole di lavoro di questi giorni in ambito sanitario, anche a livello di servizi di prima emergenza.

I commenti sono stati ovviamente diversi, alcuni sottolineano il fatto che gli operatori dovrebbero avere remunerazioni maggiori e altri che elogiano lo spirito di sacrificio di molti che aiutano il sistema sanitario come volontari, semplicemente per il desiderio di aiutare gli altri.

Avevamo già visto un’immagine simile, diventata poi simbolo della prima ondata di contagio, quella dell’infermiera stremata che si concede una pausa dormendo sulla scrivania tra un turno di lavoro e l’altro. Sono fotografie che non dimenticheremo e che testimoniano la criticità di una situazione che nessuno avrebbe potuto immaginare solo qualche mese prima.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.