Consorzio bonifica, la minoranza chiede di destinare un capitolo nel bilancio per programmi di stombamento di tratti di corsi d’acqua

0
211

Il gruppo di minoranza, Bertola, Angelini e Casali scrive al consorzio di bonifica Toscana Nord, con una lettera inviata ai vertici del consorzio, chiedendo di istituire un capitolo ad hoc nel bilancio di previsione 2021, proponendo di assegnare il 2% delle entrate ordinarie annuale circa € 400.000, per iniziare a riaprire i fossi tombati negli anni scorsi sull’intero comprensorio, quando la consapevolezza sul l rischio idraulico ambientale era meno sentito e conosciuto da parte di tutti, compreso il cambiamento climatico in atto.

Il comprensorio di bonifica Toscana Nord ha molti corsi d’acqua che nei decenni hanno subito interventi di tombature sia da parte di privati che da parte degli enti locali, talvolta senza studi e autorizzazioni, oggi bisogna intervenire , darci un programma per la loro riapertura e l’adeguamento idrologico e loro rinaturalizzazione compatibile con l’ambiente.

Riteniamo che il consorzio sia il soggetto naturale, ha competenze professionalità e conoscenze per dare inizio ad un programma di ripristino di stombamenti dei canali eliminando criticità e strozzature, riducendo il rischio di allagamenti e esondazioni , chiamando a collaborare sotto ogni aspetto i comuni, Regione e d altri enti che sul reticolo idraulico esercitano titoli e competenze.

Al Presidente del consorzio di bonifica Toscana Nord

Al Direttore Generale del consorzio di bonifica Toscana Nord

Al Vicedirettore e Dirigente amministrativo

AI Sig/riDirigenti tecnici delle 4 UIO

epc ai Sig componenti L’assemblea

Oggetto: Proposta; Il gruppo di Minoranza chiede, di inserire nel PAB 2021

progetti riguardanti lo stombamento dei tratti di corsi d’acqua

sul reticolo in gestione ,cosi da migliorare la funzionalità idraulica,

il controllo e sanificazione ambientale , costituendo apposito capitolo

in bilancio di previsione ,destinando 2% annuale delle entrate dal ruolo,

dando precedenza ai casi, privi di studi idraulici e titoli autorizzativi.

Il capogruppo del pd di Pietrasanta Ettore Neri è intervenuto sulla stampa locale manifestando preoccupazione per la situazione idraulica del comune causa , la scarsa attenzione ai problemi idraulico ambientali , stombatura di fossi, da parte della amministrazione comunale.

Non voglio entrare nel dibattito politico sollevato da Neri, ha però richiamato un problema di fondamentale interesse idraulico ambientale, presente sull’intero comprensorio di bonifica del Toscana Nord , chiamando in causa anche il consorzio e altri soggetti istituzionali Genio civile, Regione Toscana , si tratta dei tombamenti di alcuni tratti di fossi avvenuti nel passato taluni in assenza di alcuna valutazione idraulica autorizzazione amministrativa , che andrebbe per quanto possibile procedere ad una loro riapertura per migliorare le sezioni, quindi l’officiosità idraulica ..

Nelle prossime settimane l’assemblea del consorzio sarà chiamato ad adottare il Pab 2021 (piano della attività di manutenzione della bonifica), proponiamo di prevedere nel piano PAB 2021 , progetti riguardanti la riapertura di canali a suo tempo tombatI, partendo dalle priorità che saranno individuate dai tecnici consortili ,in contrasto con la normativa specifica.

Negli i anni scorsi è stato redatto dal consorzio di bonifica e comunità montane il censimento delle opere idrauliche sull’intero reticolo compreso i rilievi dei tratti tombati, i risultati sono anche in possesso della Regione Toscana e del Genio Civile , partendo quindi dal censimento a suo tempo fatto i tecnici possono già individuare le priorità , quindi predisporre progetti di miglioramento idraulico ambientale, è ovvio per intervenire servono risorse economiche, dovrebbero essere fatti accordi con i comuni del comprensorio, Regione , Genio Civile, il consorzio di bonifica Toscana Nord potrebbe essere il soggetto attuatore per iniziare lo stombamento dei canali rientranti nel reticolo idraulico in gestione, dando inizio ad un processo di decisa svolta nell’affrontare il problema sempre latente del rischio idraulico sul reticolo minore.

In attesa di vostro riscontro in merito alla proposta avanzata, cordialmente salutiamo

Gruppo insieme per il territorio

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.