Nardi (Pd): “La Regione avrà bisogno che tutte le province siano dentro il governo della Toscana

0
133
Foto per gentile concessione dell'on. Martina Nardi

“Non è il territorio provinciale che ha bisogno di un assessore, ma è la Regione che avrà bisogno che tutte le province siano dentro la sfida di un governo della Toscana che costruisca un nuovo modello di futuro per tutti i toscani superando il divario, oggi esistente, fra il centro della Toscana e i suoi territori di costa. E in quest’ottica sarebbe una scelta giusta quella di avere il consigliere regionale di Massa Carrara, Giacomo Bugliani, nell’esecutivo regionale” così la deputata del Pd e neo Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera, Martina Nardi, spiega la necessità che, nella formazione della sua squadra di governo, il nuovo Presidente della Toscana, Eugenio Giani, coinvolga tutta la Toscana e quindi anche Massa Carrara. “Perché – aggiunge Nardi – la sfida contro le destre l’abbiamo vinta tutti assieme e adesso tutti insieme dobbiamo vincere la partita più importante, quella del governo della Toscana”.

“E’ ovvio – ammette la deputata Pd – che quando si deve comporre una giunta si debbano tenere in considerazione una molteplicità di criteri. Giani dovrà considerare il criterio della rappresentanza dei territori, le relazione con gli alleati, la composizione di genere, le competenze specifiche, la gratificazione per gli eletti e la rappresentanza delle varie anime politiche interne al Pd e molto altro ancora. E quindi si tratta di comporre un puzzle molto delicato perché dovrà mettere insieme pezzi vari e differenti, ma l’importante sarà tenere ferma la barra del progetto complessivo e cioè di una Toscana unita nelle sue peculiarità e quindi più forte e più pronta a guardare in faccia il futuro”.

“Cioè il nostro Presidente – spiega Nardi – dovrà comporre una squadra in grado di costruire la Toscana del futuro a partire da un lavoro profondo per colmare il divario tra centro e costa. Il che significa concretamente mettere in campo progetti, mezzi e risorse, accettando in pieno la sfida progettuale che ci porranno i fondi Ue del Piano Next Generation, per accelerare la realizzazione di infrastrutture che rendano la Regione più unita e quindi più competitiva e attrattiva”.

“Come Pd e come Centrosinistra toscano assieme al Presidente Giani – dice la Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera – ci attende una duplice sfida: da una parte la difesa e l’implementazione di ciò che di positivo abbiamo costruito in questi anni, dall’altra la capacità di innovare le risposte rendendo la Toscana sempre più solidale, civile ma anche veloce”. “Per vincere questa sfida c’è, appunto, una conditio sine qua non – conclude Nardi – è cioè che tutti i territori della Regione debbano concorrere e debbano essere protagonisti nel progettare e realizzare questo nostro comune futuro. Per questo ritengo indispensabile che energie e competenze si ricerchino rappresentando tutte le province, perché tutti noi vogliamo vincere la sfida della Toscana del futuro”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.