Bagnone, la Misericordia festeggia la patrona e racconta le opere di volontariato

0
254

Presto a Bagnone riprenderanno le Giornate di Prevenzione grazie alla disponibilità di un gruppo di specialisti diversi dei quali universitari. L’annuncio è stato dato dal governatore della Misericordia di Bagnone Mareno Barbieri (in carica da gennaio scorso) nel corso del suo intervento in occasione della “Festa della Misericordia”, in onore della Beata Vergine Addolorata, patrona dell’associazione, che si è tenuta nella grande chiesa di San Nicolò.

Presenti Marco Torre, direttore Generale della Fondazione Toscana “Gabriele Monasterio” per la Ricerca Medica e di Sanità Pubblica CNR – Regione Toscana ospedali di Massa e Pisa assieme a Sergio Berti, direttore della grande Unità Operativa complessa di Cardiologia Diagnostica ed interventistica.
Un grazie alla Misericordia di Bagnone è stato dato anche dall’avvocato Alberto Corsinovi, presidente regionale della Federazione Toscana delle Misericordie. “Le Misericordie in Toscana – ha esordito Corsinovi – sono 313 con 406 sedi operative e le sedi e l0 associazioni sono come Bagnone che rappresentano dei veri e propri presidi sociali, sono le realtà che continuano quello straordinario disegno di carità e solidarietà che ci vede impegnati al servizio delle comunità di cui siamo espressione”.
“Mi preme dire che la Federazione per quello che avete fatti e che state facendo sarà sempre al vostro fianco”, gli ha fatto eco Fausto Casotti – Coordinatore delle Misericordie di Massa-Carrara”.

Ad oggi sono stati effettuati 423 servizi convenzionati per un totale di Km. 28.066; 106 quelli effettuati a privati 106 per un tot di Km 13.874. I sociali 112 per un tot di Km 2.102 , complessivamente 641 per un totale di KM 44.703 . Il numero dei servizi è stato inferiore al periodo corrispondente dello scorso anno essenzialmente per le restrizioni dovute alla pandemia ed al conseguente lockdown e alla ridotta attività ospedaliera relativamente alle patologie no-Covid, con conseguente diminuzione delle attività ambulatoriali. Sui servizi sociali ha poi inciso fortemente la chiusura delle scuole. Intensa l’attività nel periodo covid, “Credo – ha aggiunto Mareno Barbieri – che durante questo periodo la nostra organizzazione messa di fronte ad una prova eccezionale abbia dimostrato tutto il proprio valore. In collaborazione con l’amministrazione comunale, dalla quale abbiamo ricevuto varie richieste di intervento, abbiamo messo in campo tutta una serie di attività in favore della popolazione , maggiormente per quella anziana per portar loro anche un conforto morale. Sono state 354 le consegne domiciliare medicinali ed alimentari , consegnate 18.000 mascherine a circa 2000 persone di Bagnone e frazioni ed al Conad Terrarossa, consegna di medicinali e dispositivi vari di protezione alle due residenze per anziani: Villa Angela e Nuovi Orizzonti.

Alla manifestazione erano presenti anche l’ avvocato Marco Marginesi, il capogruppo della minoranza in consiglio comunale Michele Olivieri, l’assessore al sociale Gaia Ghinetti, il presidente provinciale dei donatori Fratres Alberto Alberici, quello di Bagnone Maria Rita Beccari, della Pro Loco Bagnone Luca Olivieri, dell’associazione “Arcobaleno”: Alessia Bassignani e delle “Donne di Luna” Giuseppina Maggiani.
La Messa è stata officiata dal Vescovo Diocesano Monsignor Giovanni Santucci, che ha donato al governatore Barbieri una medaglia per il lavoro che svolge con tutti i volontari. La cerimonia è stata accompagnata dalla ”Schola Cantorum” di San Nicolao diretta da Michela Ferrarari (all’organo il maestro Pier Francesco Carnesecca).

 

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.