Spaccio di cocaina a Carrara, spacciatore arrestato e allontanato dalla provincia

0
206

I Carabinieri hanno sorpreso uno spacciatore che era solito fissare gli appuntamenti con gli acquirenti nei pressi di un circolo per anziani che si trova nella zona di via Maestri del marmo, stesso luogo dove in passato già era stato bloccato per vicende simili. A finire in manette è stato un cittadino tunisino di 36 anni che il Giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha allontanato dalla Provincia di Massa Carrara.

L’operazione rientra nell’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti nei parchi e nelle periferie della Città attuato dai Carabinieri della Compagnia di Carrara negli ultimi mesi. Questa volta a finire sotto i riflettori dei militari dell’Arma è stata la zona vicino la bocciofila comunale che si trova in Via Maestri del Marmo, dove già nei giorni scorsi, durante il pattugliamento del territorio, avevano notato la presenza di qualche loro “vecchia” conoscenza che li aveva insospettiti, fra cui un 36enne originario del Marocco che circa due anni fa, era stato arrestato proprio in quel luogo, in quanto ricercato perché doveva scontare una condanna, sempre per reati di droga.

A quel punto, sono cominciati gli appostamenti dei Carabinieri del Nucleo Operativo, che per alcuni giorni hanno tenuto sotto controllo i movimenti intorno al Circolo dove lo straniero era solito entrare ed uscire dalla tarda mattinata alla sera. I militari hanno assistito in diretta allo spaccio di una dose di cocaina di circa mezzo grammo che l’extracomunitario ha consegnato ad uno sconosciuto visto arrivare poco prima in sella ad una bicicletta. Lo scambio fra i due è avvenuto in pochi istanti nel più classico dei modi, infatti l’extracomunitario ha intascato 30 euro, mentre l’acquirente è subito corso via con la dose di cocaina stretta nel pugno. A quel punto, i militari dell’Arma che intanto avevano cinturato la zona, sono usciti allo scoperto. Una volta fermato l’acquirente e recuperata la cocaina che aveva appena comprato, i Carabinieri hanno bloccato anche il pusher che nel frattempo era rientrato nel circolo.
L’uomo aveva addosso un’altra dose identica a quella che aveva venduto poco prima, evidentemente destinata a qualche altro acquirente, inoltre gli è stata sequestrata la somma di denaro che aveva appena intascato.

Il 36enne è quindi stato arrestato con l’accusa di “spaccio di sostanze stupefacenti”, mentre il consumatore è stato segnalato al Prefetto per detenzione di droga per uso personale. Dopo la convalida dell’arresto che si è tenuta davanti al Giudice Ermanno De Mattia, il pusher è stato allontanato dalla Provincia di Massa-Carrara con la misura del divieto di dimora che era stata proposta dal Pubblico Ministero Roberta Moramarco, inoltre lo straniero si dovrà presentare tutti i giorni presso una Caserma dei Carabinieri della zona di La Spezia, per l’obbligo di firma. Il processo è stato rinviato ai primi di Novembre, per richiesta dei termini a difesa.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.