La Spezia: percosse, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, fermata una donna

0
126
Polfer La Spezia

Movimentato episodio la scorsa mattina presso la stazione della Spezia Centrale. Gli operatori del posto Polfer della Stazione FS della Spezia Centrale sono intervenuti intorno alle ore 8 del mattino sulla banchina di partenza di un treno regionale, dove era appena avvenuta un’aggressione in danno di una giovane passeggera.

La vittima, una diciannovenne spezzina, che si era al momento riparata all’interno di una carrozza, messa al sicuro dal personale di FS, riferiva agli agenti che, poco prima, senza alcun motivo, era stata afferrata alle spalle e trattenuta per i capelli da una sconosciuta. Riuscita a liberarsi dalla stretta, correva in direzione del capotreno, venendo però raggiunta e nuovamente aggredita dalla sconosciuta. La capotreno ed un macchinista riuscivano a liberare la ragazza e a farla salire a bordo, mentre il personale Polfer accorreva sul posto e bloccava l’autrice, che nel frattempo aveva insultato la capotreno.

La donna, una cittadina brasiliana di 38 anni, già conosciuta dagli agenti in quanto nota pluripregiudicata, incline alla violenza e non in regola con le norme che regolano il soggiorno sul territorio nazionale, è stata denunciata per i reati di percosse, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nella tarda mattinata è stata accompagnata presso il locale ospedale Sant’Andrea per essere sottoposta a visita medica, obbligatoria, e tampone prima del trasferimento al CPR di Roma, nel frattempo disposto dal Questore in vista della sua espulsione definitiva dal territorio nazionale. Tuttavia, anche in presenza del personale sanitario, ha continuato nel suo comportamento violento e aggressivo, pertanto a tutela della sua salute, è stata sottoposta a TSO, con immediato ricovero.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.