Il 12 agosto nel ricordo dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema

0
845

Sono passati 76 dall’eccidio di Sant’Anna di Stazzema, uno degli atti più cruenti accaduti in Italia durante la seconda guerra mondiale.

Il 12 agosto 1944 tre reparti delle SS salirono nel paesino della Versilia, mentre un altro reparto si occupò di sbarrare ogni via di fuga. Alle 7 del mattino il paese era già circondato. Impauriti dall’avanzare delle truppe, gli uomini del paese di rifugiarono nei boschi per evitare di essere deportati, mentre gli anziani, le donne e i bambini restarono in paese, convinti del fatto che i soldati tedeschi non li avrebbero uccisi.

La situazione invece precipitò e i nazisti rivolsero la loro violenza sui civili inermi: 560 vittime, tra cui oltre 100 bambini al di sotto dei dieci anni. L’eccidio avvenne senza il minimo scrupolo, furono utilizzati mitra, pistole, bombe. La vittima più giovane, Anna Pardini, aveva solo 20 giorni.

Una volta perpetrata la sommaria uccisione i soldati tedeschi diedero il paese alle fiamme, rendendo molti dei corpi del tutto irriconoscibili. Solo 350 dei cadaveri furono riconosciuti

Nella prima metà di settembre, con il massacro di 33 civili a Pioppetti di Montemagno, in comune di Camaiore, i reparti delle SS portarono avanti la loro opera nella provincia di Massa Carrara, a Vinca e San Terenzo. Sul fiume Frigido furono fucilati 108 detenuti del campo di concentramento di Mezzano (Lucca), mentre a Bergiola i nazisti fecero 72 vittime. Avrebbero poi continuato la strage di Marzabotto.

Nel 2000 viene istituito il Parco Nazionale della Pace, un luogo che si estende sul territorio circostante il paese di Sant’Anna diventato ben presto il luogo simbolo della memoria per la diffusione di una cultura di pace, attraverso iniziative, manifestazioni, mostre, convegni a livello nazionale e internazionale.

Link utili:

Wikipedia – Eccidio di Sant’Anna

Sant’Anna di Stazzema – Sito ufficiale

RAI – L’eccidio di Sant’Anna di Stazzema

Sant’Anna di Stazzema – La strage nazista

Eccidio di Sant’Anna di Stazzema – I responsabili

Sant’Anna di Stazzema – Storia di bambini e di miracoli

 

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.