Controlli della Polizia durante la “movida”, denunce e multe, cinque segnalazioni per droga

Movida a Massa Carrara, controllate 293 persone: la Polizia di Stato sventa aggressione a commerciante, un arresto, due denunce per guida in stato di ebbrezza, una multa a un esercente della Marina per violazione delle misure anti-Covid 19, cinque segnalazioni per droga.

0
242

Movida a Massa Carrara, controllate 293 persone: la Polizia di Stato sventa aggressione a commerciante, un arresto, due denunce per guida in stato di ebbrezza, una multa a un esercente della Marina per violazione delle misure anti-Covid 19, cinque segnalazioni per droga.

La Polizia di Stato, nel fine settimana, nelle città di Massa e di Carrara ha svolto dei servizi straordinari nelle zone ad alta frequentazione serale e notturna da parte di giovani.

A Massa, in particolare, nelle piazze del centro storico e della Marina, il personale della Polizia di Stato ha svolto il servizio in collaborazione con personale della Guardia di Finanza, che ha impiegato anche l’unità cinofila. Complessivamente sono state controllate 293 persone.

I servizi di controllo, potenziati soprattutto durante il fine settimana, proseguiranno per tutto l’arco dell’estate, secondo le direttive emerse in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dello scorso 3 luglio. Impiegate tutte le forze di polizia del territorio e le Polizie Municipali di Massa e di Carrara, queste ultime con una pattuglia ciascuna dalle 20.00 alle 1.00 nelle giornate di sabato e di domenica. Le aree sottoposte al controllo, oltre ai centri storici, anche le Marine di Massa, Cinquale di Montignoso e Carrara, ove si registra il maggiore afflusso di persone.

Nell’ambito dei servizi, la Questura di Massa Carrara ha previsto l’impiego mirato di personale in abiti civili coordinato dalla Divisione Polizia Amministrativa, che ha lavorato in sinergia con i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e di quelli del Gabinetto di Polizia Scientifica, finalizzato all’osservazione dei gruppi di giovani frequentatori delle principali piazze e vie in cui sono presenti gli esercizi pubblici della movida.

Il servizio di controllo e monitoraggio è stato svolto ininterrottamente per tutta la notte.

Durante il servizio i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno segnalato cinque giovani, tutti ventenni tranne uno che di età che ne ha solo 17, presenti in città per vacanza, perché trovati in possesso di droga per uso personale. Sono stati sequestrati complessivamente dieci grammi di marijuana.

In altra circostanza, un uomo di 44 anni, invece, ha pensato di mangiare a sbafo presso un esercizio di ristorazione del centro città, per poi rifiutarsi di pagare, minacciando e aggredendo il gestore. L’uomo non ha desistito dal suo comportamento minaccioso nemmeno di fronte agli agenti di polizia, che hanno proceduto al suo arresto. L’uomo, che non è residente in città, verrà colpito anche da foglio di via per tre anni con divieto di fare ritorno a Massa.

Infine, il titolare di uno dei locali della movida è stato sanzionato per violazione delle misure anti-Covid e segnalato alla Prefettura per le ulteriori valutazioni.

Il servizio straordinario è stato finalizzato a prevenire e reprimere anche le condotte di guida scorrette, spesso causa durante le ore notturne di sinistri stradali che vedono coinvolti, nella maggior parte dei casi, giovani utenti della strada.

Nelle ultime ore infatti, gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico hanno condotto una massiccia attività di prevenzione e controllo passando al setaccio gli automobilisti, con particolare focus sull’uso di alcolici o stupefacenti alla guida.  L’attività di prevenzione ha portato all’identificazione di decine di giovani per molti dei quali è scattata la verifica del tasso alcolemico che ha portato a stabilire che due di loro guidavano in stato di ebbrezza e per i quali è stato disposto il ritiro della patente e presentata denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.