In Lunigiana servono stazioni dei treni più accessibili, la richiesta dell’Associazione paraplegici di Massa Carrara

0
243

“Vogliamo mettere a conoscenza delle difficoltà riscontrate dai portatori d’handicap sulla linea La Spezia – Parma e per l’esattezza nelle stazioni di Aulla Lunigiana e Pontremoli”, a dirlo è Giacomo Perfigli, presidente della associazione paraplegici Massa Carrara.

“Negli ultimi anni abbiamo ricevuto lamentele sul fatto che in Lunigiana non esistono stazioni appartenenti alla rete delle Sale Blu (le quali si occupano dell’assistenza a salire e scendere ai viaggiatori disabili dal treno), e pertanto un disabile che deve prendere il treno deve recarsi alla stazione più vicina situata in Toscana (Carrara) con assistenza a circa 35 km da Aulla e circa 55 km da Pontremoli oppure in Liguria a La Spezia  e/o Sarzana con distanza sempre su circa 50 km”.

“Pertanto, nell’ottica di una piena accessibilità dei servizi ferroviari in un grande bacino come la Lunigiana reputiamo opportuno inserire le due stazioni di Aulla e Pontremoli nella rete delle Sale Blu con assistenza ai viaggiatori disabili, con l’ingresso di queste due principali stazioni lunigianesi si riuscirebbe a coprire omogeneamente il territorio lunigianese”.

“Sottolineo  – prosegue Perfigli – che la Stazione di Aulla Lunigiana  inaugurata nel 2005, si presenta completamente accessibile ad ogni binario con marciapiedi rialzati e percorsi per non vedenti, mentre quella di Pontremoli ha visto l’installazione di un ascensore per accedere ai binari”.

“Rendere operative queste due stazioni con il servizio di assistenza per disabili amplierebbe la platea di persone con disabilità all’utilizzo del treno sia per esigenze personali, lavorative e turistiche”.

“Tengo a sottolineare anche che in Lunigiana l’unica linea con un ottimo livello di accessibilità è la linea secondaria Aulla – Lucca; grazie ad  un nostro progetto di collaborazione insieme a Regione Toscana e Rfi e grazie anche all’ingresso in servizio dei nuovi treni Swing dotati di rampe manuali e a piccoli interventi sulle stazioni  rivolti ad eliminare alcune barriere architettoniche (anno 2014 – 2015), perfezionando il tutto con una semplice guida (che indica i livelli di accessibilità delle stazioni) che è stata divulgata ai Comuni ed enti turistici interessati dalla linea ferroviaria Aulla – Lucca”.

“Riteniamo fondamentale e importante far entrare nella rete delle Sale Blu le due Stazioni citate della La Spezia Parma presenti in Lunigiana, il cui ingresso porterebbe giovamento all’utenza con disabilità evitando di percorrere decine di km per  poter prendere il treno”.

“Pertanto abbiamo scritto a Rfi – conclude Perfigli per metterla a conoscenza della problematica e per proporgli di far entrare le due stazioni nel circuito di assistenza ai disabili. Cogliamo l’occasione per appellarci  anche ai Sindaci della Lunigiana, in particolare a  quelli di Pontremoli Lucia Baracchini e di Aulla Roberto Valettini (quest’ultimo anche nella sua veste di Presidente dell’Unione dei Comuni Montani) per appoggiare questa nostra proposta per avere una Lunigiana ancora più a portata di tutti”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.