Consorzio Bonifica Toscana Nord: notizie sui lavori di manutenzione e allerte meteo ora arrivano su Whatsapp e Telegram

0
91

Le notizie sui lavori di manutenzione dei rii e sulle allerte meteo? Ora arrivano direttamente sui telefonini, coi messaggi di whatsapp e di telegram del Consorzio.

Le notizie sui lavori di manutenzione realizzati sui corsi d’acqua e sulle allerte meteo emesse sul nostro territorio? Adesso, per tutti i cittadini, arrivano comodamente e gratuitamente sui telefonini, tramite la messaggistica istantanea di whatsapp e telegram.
Si chiama “Gocce di informazione del C1TN” il nuovo servizio di comunicazione e informazione, che il Consorzio 1 Toscana Nord ha avviato in questi giorni.

“Ogni giorno siamo al lavoro per la sicurezza e l’ambiente – sottolinea il presidente, Ismaele Ridolfi – E abbiamo pensato a un mezzo immediato e semplice, per permettere a tutti i cittadini di seguire in tempo reale la nostra attività, ma anche di essere informati tempestivamente sulle allerte meteo che si abbattono sul comprensorio. Il Consorzio è un Ente di autogoverno del territorio: e per questo reputiamo doveroso prevedere quanti
più sforzi possibili, per potenziare la partecipazione e il coinvolgimento di tutte e tutti”.
Iscriversi al servizio gratuito è semplicissimo.

Chi desidera farlo, basta che aggiunga il numero 366/6657285 tra i contatti della rubrica del suo telefono, su Whatsapp apra una nuova chat, selezioni il nuovo contatto che ha appena creato e invii un messaggio con scritto NEWS e con l’indicazione del Comune di appartenenza. Per seguire il Consorzio su
Telegram, invece, il cittadino interessato deve aggiungersi al nuovo canale dell’Ente: basta digitare “Gocce di Informazione del CB1TN” nella ricerca globale di Telegram e quindi unirsi. Il Consorzio ricorda che ogni utente potrà annullare la sua iscrizione semplicemente scrivendo un messaggio con scritto “CANCELLAMI”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.