Atti pregiudizievoli: quali sono e come richiederne la visura

0
295

Quando si cerca una nuova opportunità di business si può ad esempio scegliere una collaborazione o una partnership con altre aziende o soggetti. In quel caso, però, bisogna fare molta attenzione, cercando di selezionare qualcuno di affidabile, per evitare di incorrere poi in alcuni problemi che molti imprenditori conoscono bene: le insolvenze e le inadempienze. Qui possono risultare particolarmente utili gli atti pregiudizievoli, in grado di segnalare tramite la visura uno spaccato del passato o presente di un certo soggetto. Grazie a questi atti è ad esempio possibile capire se quell’azienda è in ritardo con i pagamenti, se è solvibile o meno, e se è soggetta a limitazioni di vario tipo. In sintesi, gli atti pregiudizievoli permettono di ottenere maggiori certezze sul futuro partner o sul potenziale cliente, per questo è importante conoscere il tema.

Tipologie di pregiudizievoli

Gli atti pregiudizievoli si dividono in categorie, ognuna delle quali serve per fornire precise informazioni in merito allo stato di un soggetto. I pregiudizievoli da tribunale, ad esempio, includono le segnalazioni relative alle liquidazioni, ai fallimenti e ad altre situazioni come i concordati e i sequestri. La categoria dei pregiudizievoli da conservatoria, invece, può segnalare condizioni come le ipoteche legali, quelle giudiziali, i decreti ingiuntivi, i pignoramenti e i sequestri conservativi. In altri termini, i documenti in questione servono per capire se un dato soggetto è solvibile e se può far fronte ad eventuali debiti o spese. Infine, oltre alle ipoteche legali e giudiziali ne esiste anche una terza, nota come ipoteca volontaria, che può essere vista al pari di una forma di garanzia come i mutui. Si tratta di informazioni utili da conoscere quando si devono stipulare accordi non solo con clienti e aziende partner, ma anche con i fornitori.

Come richiedere una visura pregiudizievoli

Richiedere queste informazioni è davvero semplice, in quanto basta conoscere i dati del soggetto in questione, come il nome e cognome o la denominazione dell’azienda per risalirvi. Si tratta di informazioni di pubblico dominio richiedibili da chiunque e rientranti nella categoria della visura su persona fisica, che è disponibile anche su portali online specializzati. All’interno di questo documento è possibile trovare diversi dati indicativi, come l’eventuale presenza di un debito e l’importo complessivo di quest’ultimo, oppure di atti giudiziali come i pignoramenti immobiliari e le ipoteche esattoriali. Nella lista occorre inserire pure le date precise degli atti pubblici, i soggetti a favore delle ipoteche e il totale degli interessi. Di conseguenza, si parla di informazioni molto preziose, che andrebbero monitorate in maniera costante. Un fornitore o un partner potrebbero infatti risultare affidabili in un primo momento, per poi rivelarsi tutt’altro. Controllando con costanza, si possono prevenire tali circostanze e proteggersi da evenienze di questo tipo.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.