Carrara è “White” con il festival diffuso dedicato al marmo, installazioni ed eventi dal 18 al 26 luglio

0
803

Carrara è “White” con il festival diffuso dedicato al marmo. Dal 18 al 26 luglio, la città del marmo prediletto da Michelangelo ospita la quarta edizione di White Carrara Downtown, l’evento dedicato alle eccellenze artistiche, culturali e culinarie della città toscana organizzato da IMM CarraraFiere Spa con partner istituzionale il Comune di Carrara. La rassegna valorizza, a partire dal suo famoso marmo, l’identità culturale di Carrara e della sua gente attraverso un percorso museale urbano caratterizzato da luoghi d’arte, installazioni, mostre, atelier aperti al pubblico, teatro diffuso, lirica, enogastronomia. Speciali pacchetti turistici consentiranno inoltre di esplorare il Territorio attraverso percorsi guidati e tematici.

Tornano le passeggiate culturali by IMM che racconteranno la città e i suoi segreti promuovendo un modo diverso di fare cultura, per scoprire i vicoli del centro storico attraverso una voce narrante ad illustrare gli aspetti più inediti di monumenti, scorci, spazi pubblici e privati che ne rievocano la storia e le tradizioni. Per chi predilige l’outdoor sono inoltre previsti tour guidati in fuoristrada alla scoperta degli incredibili bacini marmiferi escavati da oltre duemila anni che rendono Carrara una meta esclusiva nel mondo e un bike tour con partenza dalla città verso le cave. Carrara vuole ripartire dopo il lungo lockdown puntando su accoglienza e partecipazione, sarà quello dei suoi preziosi palazzi storici, delle gallerie e botteghe d’arte, di piazze e spazi pubblici tra i più significativi, da Piazza Alberica a Piazza delle Erbe, da Piazza Battisti a Piazza Mazzini. Il centro storico sarà arricchito ogni sera, dalle 18:00 in poi, da oltre cinquanta tra opere, installazioni e performance artistiche.

A guidare la selezione di artisti ci sarà Jago, il giovane e talentuoso social-artist italiano, primo artista nella storia ad inviare una scultura in marmo nello spazio, invitato come guest della rassegna. La sua opera “The First Baby” è stata ospitata nella stazione spaziale internazionale sotto la custodia del capo missione Luca Parmitano. A White Carrara Downtown vedremo le opere di Emanuele Giannelli, Aidan Salakhova – Cooperativa Scultori di Carrara, Studio Marmore+ tributo a Fabrizio Lorenzani, Emanuele Vatteroni di Vem Marmo, Francesca Menconi, Nadia Sabbioni, Valentina Giovando, Michele Monfroni, Elena Saracino, Elias Naman, Gian Carlo Pardini, Rosario Mainoni, Emiliano Tognocchi & Stefano Bernardi, Selene Frosini, Manuele Mirabella, Silvana Pianadei, Ilaria Bertagnini, Carmen Bertacchi, Giuseppe Donnaloia, Cinzia Rossi, Luca Gnizio, Giorgio Andrei, Giorgia Razzetta, Luciana Bertaccini, Marianna Blier, Niccolò Garbati di Progetto99, Studio Formart di Andrea & Simone dell’Amico, Atelier “Il Glauco” di Pablo Damian Cristi.

Immancabile, fra le iniziative che hanno decretato il successo delle precedenti edizioni, il Marble Café, che quest’anno si fa agorà itinerante per ospitare incontri, presentazioni e reading e i menù a tema proposti dai ristoranti aderenti all’iniziativa “Il Marmo è servito”. Tra le novità arriva uni#città, performance artistica realizzata in collaborazione con Emma Casté in continuità con “Re-Velare”, l’originale installazione-performance realizzata nel corso della scorsa edizione. Botteghe e gallerie, così come negozi saranno aperti durante le serate. Info su programma su www.whitecarraradowntown.it

White Carrara Downtown by CARRARA² è un evento organizzato da Internazionale Marmi e Macchine Carrarafiere SpA con il Patrocinio di Regione Toscana – Partner Istituzionali Comune di Carrara e CCIAA Massa-Carrara
White Carrara Downtown si terrà nel rispetto delle indicazioni in materia di distanziamento sociale e delle linee guida anti-Covid.

Info, notizie e aggiornamenti su:
sito web www.whitecarraradowntown.it
facebook/instagram  @whitecarraradowntown

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.