Viareggio 11 anni dopo, la telefonata choc del macchinista: “C’è la stazione completamente in fiamme, penso siano morti tutti”

0
238

Accadde la sera del 29 giugno 2009 e causò 32 morti. La strage di Viareggio vide coinvolto un treno merci deragliato e l’uscita di gas da una cisterna che conteneva GPL, che si era perforata nell’urto. Per cause fortuite si innescò un enorme incendio che vide poi anche lo scoppio della cisterna stessa, interessando la stazione della città versiliese.

Subito dopo il deragliamento uno dei macchinisti del treno (Andrea D’Alessandro) telefona al dirigente operativo della stazione per avvertirlo di ciò che stava accadendo. Ecco la trascrizione della chiamata del macchinista Andrea D’Alessandro (MAC) al dirigente operativo della stazione di Viareggio (DOSV):

  • MAC: PRONTO!
  • DOSV: Pronto!
  • MAC: Sono il macchinista del treno a Viareggio, abbiamo deragliato noi siamo scopp… siamo scappati ma è scoppiato tutto, portavamo gas liquefatto infiammabile.
  • DOSV: Eh!
  • MAC: Pronto!
  • MAC: Blocca i treni più lontano che puoi da Viareggio.
  • DOSV: (Io ho il macchinista al telefono, ha detto che il treno è deragliato, loro sono scappati, lì è scoppiato tutto).
  • MAC: Ferma i treni più lontano che puoi da Viareggio, è scoppiato tutto qua.
  • DOSV: È scoppiato… (Ao’, teniamo i treni lontano da Viareggio)
  • MAC: C’è la stazione in fiamme!
  • DOSV: Ascoltami, da Massa Centro non arriva più niente, te stai tranquillo da Massa Centro.
  • MAC: C’è la stazione completamente in fiamme, avverti chi puoi, avverti la protezione civile…
  • DOSV: Bene, stiamo già chiamando tutti.
  • MAC: …sono scoppiati tutti i carri.
  • DOSV: No stiamo già chiamando tutto, stiamo già chiamando tutti i treni e da Massa Centro non vengono già più e da Pisa, va bene?
  • MAC: Guarda, io appena mi sono accorto di aver deragliato in stazione, andavo a 90 all’ora, ho inchiodato e sono sceso al volo, (…) sennò eravamo morti eravamo.
  • DOSV: Ma ascoltami, quanti carri sei riuscito a capire, no eh?
  • MAC: Eh, io c’ho la scheda, mi son portato via la scheda, sono: uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tred…, quattordici carri.
  • DOSV: È un, è un treno omogeneo tutte cisterne?
  • MAC: Tutte cisterne con gas liquefatto infiammabile e sta bruciando, e ha fatto anche, guarda ha fatto anche dei danni, sono esplosi i carri.
  • DOSV: Va bene, va bene, va bene. [incomprensibile]
  • MAC: C’è la stazione in fiamme, guarda segnati questo numero ora è [incomprensibile] questo numero.
  • DOSV: [incomprensibile] Hai bisogno anche di qualche autoambulanza oltre carabinieri e 113?
  • MAC: Guarda noi stiamo, noi siamo al 118 di Viareggio.
  • DOSV: Eh!
  • MAC: Personalmente no, ma in stazione penso che sian morti tutti guarda.
  • DOSV: Va bene, ok ciao, ciao.
  • MAC: Va bene.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.