Rete 5G, l’associazione Indiosca scrive ai sindaci della Lunigiana: “Vi invitiamo a una posizione di rifiuto verso le nuove antenne”

0
552
mastrini antenne
Immagine di repertorio

Riportiamo la lettera che l’associazione Indiosca odv, tramite il suo presidente Carlo Nicoli ha scritto ai sindaci della Lunigiana in merito a una presa di posizione delle amministrazioni comunali sul 5g e l’eventuale collocazione di antenne sul territorio.

“La scrivente Associazione, Indiosca odv, con sede legale in Fosdinovo ed iscritta al registro delle organizzazioni di volontariato della Regione Toscana, operante da diversi anni sul territorio lunigianese con iniziative volte alla tutela dell’ambiente e la promozione di stili vita sostenibili, ha aderito all’Alleanza Italiana stop 5g, nonché alla Rete nazionale delle mamme da nord a sud, sottoscrivendo la loro lettera di richiesta di moratoria e di sospensione precauzionale dell’implementazione della tecnologia 5g in Italia.
Del pari, sostiene la posizione di ISDE Italia-medici per l’ambiente, che sullo stesso tema ha assunto una chiara e motivata posizione di contrarietà.

Agli autorevoli studi richiamati e prodotti dai succitati soggetti, si fa rimando per una esaustiva e convincente, a nostro modo di vedere, disamina sulla pericolosità potenziale della tecnologia 5g, invitando codeste Amministrazioni ad assumere, in modo esplicito e formale, una posizione di rifiuto verso l’installazione sui propri territori di queste antenne di nuova generazione a bassa frequenza, che si andrebbero a sommare a quelle già esistenti, aumentando a dismisura il carico elettromagnetico (e quindi il danno potenziale) sulle vite di tutti gli esseri viventi (non solo umani).

Nell’aderire agli appelli delle succitate Associazioni, Indiosca odv ha rimarcato la necessità di procedere alla concreta promozione, nella scelta dei Comuni d’Italia dove vivere o soggiornare, di quei territori che al 5g abbiano detto no, quantomeno fintanto che non ne sia provata l’innocuità.
Attualmente tali Comuni sono circa 250 ed a loro va tutto il plauso di chi ha cuore le sorti dell’ambiente e il benessere delle future generazioni.

Nello stesso momento, è ferma intenzione di Indiosca odv di invitare i cittadini italiani, attraverso la rete dei propri contatti e delle Associazioni con cui è in relazione, al boicottaggio di quei Comuni che, invece, sul tema abbiano una posizione di favore o di indifferenza.

Nella speranza di poter annoverare la Municipalità da Lei amministrata tra quelle virtuose, consapevoli e attente (e, quindi, promossa e non boicottata), porgiamo i migliori saluti, rimanendo a disposizione per ogni chiarimento o approfondimento sul tema.

Per approfondimenti:
Alleanza Italiana Stop 5g; Rete nazionale delle mamme da nord a sud; Isde Italia-Medici per l’ambiente”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.