Mastrini: “Mettere a disposizione di chi prepara e vende alimentari piazze e strade”

Il Sindaco di Tresana: "Metteremo a disposizione parchi, piazze e strade presentando un piano all'Asl per garantire il distanziamento sociale e sostenere l'economia locale"

0
647
trasparenza
“Dobbiamo pensare alle nostre attività che si occupano di preparazione, somministrazione e vendita alimentare. Noi abbiamo quattro ristoranti, un B&B, due bar, un circolo, un salumificio, due botteghe, un’azienda per la lavorazione delle castagne, un panificio, una macelleria. Abbiamo poi tre saloni (anche se rientrano in altro settore). Devono ripartire, nel rispetto delle misure che saranno emanate dal Governo, ma devono ripartire: penso, interpretando quanto sarà necessario in termini di distanziamento sociale, che avranno bisogno di spazio per lavorare, mantenere i loro dipendenti, contenere le perdite.
E, soprattutto in estate, noi lo spazio lo abbiamo: abbiamo il Parco Fiera, le strade del paese, le piazze”. Ad affermarlo è il Sindaco di Tresana Matteo Mastrini.
“Soprattutto la sera potremmo metterle a loro disposizione, per avere la giusta distanza, non perdere la possibilità di lavorare, di servire un certo numero di clienti.  Presenteremo un piano all’Ufficio Igiene dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest per ricominciare: ci sono famiglie che vivono di questo, non possiamo abbandonarle, torneremo a vivere, con nuove regole, ma torneremo a vivere”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.