Ponte di Albiano: Polemica politica tra Toscana e Liguria sulla nomina del commissario per la ricostruzione

0
492

Non tardano ad arrivare i commenti della politica regionale sulle dichiarazioni del presidente della Liguria Giovanni Toti che in una lettera indirizzata al Governo aveva chiesto la nomina di un commissario per la ricostruzione del ponte di Albiano proveniente dalla Liguria, vista l’esperienza della ricostruzione del ponte Morandi di Genova.
“Serve una rapida soluzione per i cittadini colpiti dal crollo del ponte di Albiano, sul fiume Magra, nel comune di Aulla”, dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Irene Galletti, candidata alla presidenza della Regione Toscana.
“Giovanni Toti dovrebbe concentrarsi sui problemi dei liguri, oggettivamente non si capisce la pertinenza del suo intervento visto che stiamo parlando di un territorio della nostra regione. Naturalmente è l’interesse dei cittadini a prevalere, ed è altrettanto ovvio che la ricostruzione debba partire dalla Toscana, coinvolgendo le imprese locali del territorio, e nei tempi più rapidi.
Una volta che questa situazione sarà definita dovremo anche porre sul tavolo la questione dei centinaia di ponti della nostra regione che necessitano, se non di interventi urgenti, di almeno una sollecita ispezione dello stato di salute. Cosa che abbiamo sempre chiesto puntualmente, e che sarà presente nel nostro programma delle regionali 2020.”

“La ricostruzione dov’era e com’era del ponte fra Albiano e Caprigliola, è priorità assoluta per il rilancio delle infrastrutture in Toscana e in Italia”, rilanciano Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale e candidato PD alla Presidenza della Toscana e il consigliere regionale Giacomo Bugliani, anche in seguito all’incontro che il PD di Massa con la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli.
“Abbiamo letto – proseguono i consiglieri – le dichiarazioni del presidente della regione Liguria Giovanni Toti che chiede, per la nomina del commissario che dovrà gestire la ricostruzione del Ponte fra Albiano e Caprigliola, l’individuazione di una personalità della pegione Liguria. Il tutto ci appare inopportuno, in considerazione del fatto che il ponte è collocato interamente nel territorio della Toscana e che la genesi della sua costruzione, cominciata all’inizio del secolo con l’inaugurazione nel 1908, è proprio quella di un collegamento diretto fra le frazioni di Albiano e di Caprigliola che, fino a poco tempo prima, erano stati municipio autonomo e che vedevano costruire il ponte proprio nel momento in cui la località entrava a far parte del comune di Aulla.
Il commissario dunque non può che essere una figura istituzionale espressa dalla Toscana  e auspichiamo che si proceda in tempi brevi, come in tempi brevi la Toscana vuol vedere ricostruito un ponte che sarà il simbolo della ripresa infrastrutturale dopo l’emergenza causata dal Coronavirus che stiamo tutti vivendo. Il ponte sul Magra che da Albiano a Caprigliola da più di un secolo rappresenta un collegamento importante per il territorio, deve essere ricostruito in tempi brevi. E’, come anche ha ben confermato Rossi dopo il collasso, un’infrastruttura che quel territorio vive come fondamentale  e necessaria. La ricostruzione del ponte – concludono – dovrà accompagnarsi anche alla realizzazione del progetto della rotonda sul versante di Caprigliola, in prossimità dell’ex stazione ferroviaria, il cui progetto è pronto e di cui da tempo si aspetta la realizzazione, opera fondamentale per lo snellimento dei flussi di traffico della zona”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.