Massa: riprendono i banchi alimentari nei mercati ma con precise disposizioni del comune

0
527
Foto Coldiretti - Immagine di repertorio

Sulla base del Dpcm della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 10 aprile e dell’ordinanza della Regione Toscana, che detta misure per il contenimento del diffondersi del Covid 19 per poter mantenere in esercizio le attività commerciali, l’amministrazione comunale di Massa ha stabilito la ripresa delle attività alimentari all’interno dei mercati settimanali anche al fine di fornire un ulteriore canale di approvvigionamento alimentare, utile a ridurre le lunghe code presso i supermercati.
“La priorità è la salute dei cittadini, ma dobbiamo iniziare a pensare di ripartire e dobbiamo farlo nel migliore dei modi, ovvero nel rispetto delle normative e soprattutto garantendo tutte le misure necessarie a protezione della popolazione. Dopo attente analisi da parte degli uffici, abbiamo apportato tutte le modifiche necessarie, creato appositi percorsi e l’area sarà presidiata da agenti della Polizia municipale. L’attenzione da parte nostra è e resterà alta, ma ci appelliamo anche al buon senso civico dei cittadini affinché osservino le disposizioni” afferma il sindaco di Massa Francesco Persiani.
Gli orari di apertura al pubblico saranno ridotti tra le ore 8,30 e le ore 12,30 proprio per assicurare il controllo da parte della Polizia Municipale e gli spazi subiranno alcune modifiche.
L’assessore alle Attività produttive Paolo Balloni spiega nel dettaglio: “I cittadini potranno trovare i banchi alimentari del mercato del martedì a Massa e il mercato del mercoledì dei produttori di Campagna Amica di Coldiretti nel parcheggio di via Turati, lato monti. Si è invece resa necessaria una modifica per la posizione dei banchi alimentari del venerdì a Marina di Massa che saranno, temporaneamente e di concerto con le associazioni di categoria, collocati nel parcheggio Lungo Frigido di Levante/via Mascagni dove possono essere maggiormente garantite le distanze interpersonali e tutte le norme di sicurezza”.
All’interno dell’area mercatale, opportunamente delimitata, con un ingresso di entrata ed uno di uscita, sarà contingentata l’affluenza degli utenti che potranno entrare e permanere contemporaneamente in un numero non superiore a 30 persone nel mercato del martedì, 24 persone nel mercato dei Produttori del mercoledì e 60 persone nel mercato del venerdì. Di fronte ai banchi alimentari devono essere rispettare le distanze di 1,80 metro tra le persone in attesa. Sia per gli ambulanti che per i clienti è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine, di guanti “usa e getta” e la presenza di dispenser con gel igienizzanti per le mani forniti dagli stessi venditori operanti nelle aree mercatali.
Per quanto riguarda il mercato della Partaccia, all’interno del quale sono presenti alcuni chioschi alimentari, questi dovranno rispettare le disposizioni valide per gli esercizi di vicinato facendo quindi entrare un numero limitato di clienti.
Gli operatori commerciali dovranno sottoscrivere il modulo previsto dall’ordinanza regionale n.38 del 18 aprile relativa al Protocollo di sicurezza anticontagio.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.