Coronavirus, in arrivo al NOA 5mila tute di protezione per gli operatori sanitari

La Fondazione Marmo “Pronti ad aiutare le famiglie in difficoltà”

0
446

Sono arrivate all’aeroporto di Roma sabato scorso e sono pronte per essere spedite al Nuovo Ospedale Apuano per garantire agli operatori sanitari di lavorare in sicurezza durante emergenza Covid. Si tratta di 5mila tute protettive top di gamma e 500 visiere acquistate dalla Cina grazia alla raccolta fondi promossa dalla Fondazione Marmo Onlus . “Un’operazione resa possibile – spiega la Fondazione – grazie all’insostituibile aiuto fornito da rappresentanti e clienti del mondo del marmo che lavorano in Cina e che ci stanno permettendo – ormai da oltre un mese – di essere tempestivi nel recuperare materiale prezioso per sostenere il nostro sistema sanitario.” Oltre a tute e visiere che saranno destinate al Comprensorio di Massa Carrara compresi i territori di Lucca e Pontremoli, in arrivo anche un ecografo portatile e 6 telemetri che sono già stati acquistati.

“Si tratta di strumenti performanti in grado di aiutare concretamente i medici a prendersi cura dei pazienti Covid. In questo ore – spiega la Fondazione – ci stiamo adoperando per poter aiutare le famiglie in difficoltà. Stiamo collaborando con la caritas diocesana che ha messo le sue conoscenze del territorio, e le sue competenze umane, lo spirito di servizio e il coraggio nell’affrontare le difficoltà dei soci della sezione CAI di Carrara e la presenza tra la gente di uomini come don Piero, parroco di Bonascola, nel comune di Carrara. Con queste collaborazioni predisporremo i primi 500 pacchi da distribuire a domicilio che contengono beni di prima necessità con cui copriremo i territori montani, i più isolati, nelle zone di Massa e Carrara.”

“Continuiamo a lavorare per dare una mano e siamo onorati di poterlo fare all’interno di una Comunità che ad oggi si sta mobilitando ad ogni livello per resistere e superare questa momento drammatico. Tutti si stanno aiutando a vicenda, facendo emergere un spirito di fratellanza e amicizia che sarà importante valorizzare per il prossimo futuro. Il nostro grazie a tutti gli operatori sanitari, associazioni, volontari, forze dell’ordine, l’Arma dei Carabinieri, che con sacrificio restano in prima linea nel permetterci di andare avanti.” Conclude la Fondazione.

Chi volesse contribuire alla raccolta fondi promossa dalla Fondazione Marmo Onlus può farlo versando direttamente sul conto corrente IT61R0306909606100000172060 – Intesa Sanpaolo – Emergenza Covid-19.
Tutte le informazioni si trovano anche nelle pagine Facebook e Instagram della Fondazione Marmo nate per promuovere l’iniziativa.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.