Cordoglio: artigiani in lutto, il virus si porta via l’amatissimo Riccardo Furia

La famiglia ringrazia il reparto terapia intensiva del Noa 

0
1223

“Una brava persona, amata, disponibile, piena di passioni e di umanità. Cna perde molto di più di un dipendente, capace ed apprezzato da tutti, perde un membro della sua famiglia. Un amico. Una colonna portante del sistema in Lunigiana. È un dolore immenso, e difficilmente spiegabile, quello che oggi tutti noi proviamo”.

Riccardo Furia, 56 anni, era uno stimato dipendente dell’ufficio contabilità di Cna ad Aulla. Residente a Ceserano, si era sentito male intorno al 7 marzo. A raccontare la tragica evoluzione della “malattia” è Paolo Ciotti, Direttore di Cna, che con Riccardo aveva instaurato un rapporto personale anche al di fuori dell’ambiente lavorativo. “Chiunque dirà che era una brava persona. Sto piangendo un amico perché questo era diventato negli ultimi anni. Non riesco ancora a crederci. Si era assentato dal lavoro per quella che sembrava una influenza intorno al 7-8 marzo. Una decina di giorni dopo lo hanno ricoverato perché questa influenza peggiorava. Ha lottato fino all’ultimo contro questo virus maledetto. Ma il virus è stato più forte, troppo aggressivo anche per un gladiatore come lui. Lo ha strappato dall’abbraccio di tutti noi ma non lo strapperà dai nostri ricordi e dal nostro amore. Alla moglie Anna Paola, al fratello e ai familiari rivolgo il mio personale cordoglio e quello della nostra associazione. Mancherà a tutti noi, mancherà a chi aveva imparato ad amarlo e stimarlo. Nessuno potrà sostituirlo”. Al cordoglio si unisce il Presidente Paolo Bedini che rinnova alla moglie Anna Paola e familiari il “cordoglio e la vicinanza della presidenza e di tutta la struttura. Cna resterà segnata per sempre da questa perdita”.

La famiglia di Riccardo ringrazia tutto il personale medico sanitario del reparto di terapia intensiva dell’ospedale civile Delle Apuane-NOA di Massa per le cure prestate ai massimi livelli e per la disponibilità dimostrata. Cna si unisce al ringraziamento della famiglia per il personale ed il reparto della terapia intensiva dell’ospedale Noa.

Per informazioni vai sul sito www.cna-ms.it oppure pagina ufficiale Facebook.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.