Un week end di controlli per la Polizia: nel mirino rivenditori di tabacchi, mini market, supermercati e negozi etnici

0
192

Continuano senza sosta ed in conformità delle prescrizioni per l’emergenza sanitaria in atto, i servizi di controllo straordinario del territorio in ambito cittadino, finalizzati al rispetto delle direttive per il contenimento della pandemia da Covid-19, da parte degli equipaggi della Questura della Spezia e delle Specialità della Polizia di Stato.

In tale ambito,  nelle giornate di venerdì, sabato e domenica scorsi, la Squadra Amministrativa della Questura  ha effettuato controlli amministrativi mirati nei vari supermercati, rivendite di tabacchi e mini market del comune della Spezia, compresi i negozi etnici, ove è stata rilevata una presenza complessiva all’interno degli stessi esercizi di oltre 300 utenti, controllate  e ritirate le relative autocertificazioni. Durante i predetti accertamenti non sono state  riscontrate violazioni alle disposizioni del D.P.C.M. del 9 Marzo 2020 e seguenti, né nei confronti dei gestori che hanno adottato adeguate misure per garantire il distanziamento sociale esterno ed interno, né dei clienti.

I controlli amministrativi in argomento sono proseguiti nella mattinata di ieri in ulteriori esercizi commerciali della città,  sempre a cura della Squadra Amministrativa  che ha rilevato una minor presenza all’interno delle predette strutture ed in coda all’esterno.

L’equipaggio in borghese procedente ha notato due giovani  intrattenersi a lungo a bere birra in Piazza Brin. Uno di questi ha mostrato un’autocertificazione non comprovante lo stato di necessità, come accertato sul posto dagli operatori, che hanno sanzionato   entrambi i giovani ai sensi dell’art.4 comma 1 del D.L. 19/2020.