La Spezia: sorpresi dalla Polizia a girovagare di sera

0
353

Verso le ore 20,00 di lunedì, personale della Squadra Volante in servizio di controllo del territorio, nel transitare in Corso Cavour ha notato due giovani a piedi che si dirigevano verso Piazza Garibaldi. Uno di loro, italiano ventitreenne, residente in altro quartiere, a seguito di richiesta circa la motivazione dello spostamento da casa,  ha riferito oralmente agli operatori di essere uscito a fare una passeggiata, sebbene conscio di rischiare la sanzione amministrativa introdotta nei giorni scorsi dal D.L. 19/2020. Non aveva con sé l’autocertificazione né aveva motivi per compilarla. Nella circostanza, contestava invece l’utilità delle misure in atto con frasi pretestuose, minimizzando la portata della pandemia e dei suoi effetti ed evocando ipotesi complottiste. Rifiutatosi infine di sottoscrivere il verbale, comunque ne ha ricevuto copia non prima di essere invitato a rientrare al domicilio e responsabilizzato in merito, nel primario interesse della collettività.

Alle successive ore 20.50 il medesimo equipaggio, in transito in Viale San Bartolomeo, ha individuato un uomo e una donna che a piedi svoltavano in via Giulio della Torre e dopo una breve conversazione  si separavano.  Gli operatori procedevano al controllo dell’uomo, cittadino italiano di origine marocchina  ventiduenne, il quale mostrava segni di nervosismo e, pensando di sfuggire al loro sguardo, estraeva dalla scarpa un involucro in cellophane che occultava nelle mutande. Tradito dalla mossa maldestra, consegnava l’involucro risultato contenere gr.0,96 di cocaina, debitamente sequestrata.  A suo carico venivano contestati due illeciti amministrativi rispettivamente  ex art.75 D.P.R. 309/90, nonché la violazione delle misure di contenimento del Coronavirus, in quanto recatosi fuori dal domicilio per andare a consumare la droga a casa della donna  in compagnia della quale era stato notato.