Spezia, appello del Prefetto Garufi: “troppe persone in giro in città. Restiamo a casa”

0
229

Il Prefetto di Spezia Antonio Lucio Garufi lancia un appello ai suoi concittadini  e ai cittadini della Liguria nell’emergenza del Coronavirus per esortarli a rimanere a casa.

“Ieri in città sono state notate diverse persone in giro, a piedi od in macchina – afferma Garufi – Ed anche oggi tanta gente fuori. Restiamo a casa, non usciamo. Non abbiamo più scuse, sappiamo tutti ormai che questa è la nostra unica arma per tenere lontano il virus.

Se questo è ritenuto un sacrificio, beh, è comunque questo il momento di farlo, per noi stessi, per chi ci sta vicino, per tutti noi.

È solo stando a casa che possiamo sostenere le enormi fatiche che in questi giorni stanno affrontando le donne e gli uomini del nostro sistema sanitario, a cui va tutta la nostra riconoscenza, la nostra vicinanza.

È solo stando a casa che dimostriamo di apprezzare le Forze di polizia, nazionali e locali, impegnate in un duro lavoro di vigilanza non certo immune da rischi.

Certo, in casi specifici (motivi di salute, per lavoro, per inderogabili necessità) è possibile uscire. E i siti del Governo e del Viminale chiariscono quali sono i comportamenti concessi.

Ma questo è il tempo della responsabilità: con grande senso civico dobbiamo limitare le nostre uscite alle esigenze realmente indifferibili e comunque rientrare al più presto, dobbiamo rinviare i propositi di cogliere un’occasione qualsiasi per ‘prendere una boccata d’aria’, o di ‘approfittare della bella giornata per fare due passi’.

Verrà il momento in cui potremo tornare ad incontrarci, a stare insieme. Ma ora, in questo momento così straordinario per Spezia, per la comunità provinciale, per la Liguria e per il nostro Paese, ora stare a casa resta la scelta migliore per tutti noi”.