Presentazione del progetto “Dopo di Noi: per un futuro costruito insieme”

In località Filetto di Villafranca in Lunigiana nascerà un’abitazione dedicata al “Dopo di Noi”

0
249

È stato presentato questa mattina nell’ambito di una conferenza stampa tenutasi nella sala consiliare del Comune di Bagnone, il progetto “Dopo di Noi: per un futuro costruito insieme”, che prevede la realizzazione di un fabbricato di civile abitazione da parte dell’Associazione Lunigianese Disabili (ALDI) come prima risposta al bisogno di dare un’accoglienza familiare alle persone disabili nel momento del venir meno del sostegno della loro famiglia.

Dopo i saluti del sindaco Carletto Marconi, Paolo Bestazzoni, presidente dell’Associazione Lunigianese Disabili, capofila del progetto, ha illustrato il percorso che ha portato una piccola associazione della Lunigiana a questa importante iniziativa, a partire dalle forti motivazioni delle famiglie che hanno un figlio disabile e che intuiscono presto che il pensiero più tormentoso riguarda chi si prenderà cura di loro quando i genitori non potranno più accudirli o non ci saranno più.

Il progetto è stato presentato insieme a una rete di partner – tra cui l’Associazione Paraplegici della Provincia di Massa Carrara, sezione di Fivizzano, e l’ANFASS-Onlus di Massa Carrara – sul bando 2017 “Integrazione e Inclusione: una sfida possibile” della Fondazione Carispezia, bando biennale che prevedeva tra gli obiettivi il rafforzamento dell’offerta domiciliare del “Dopo di Noi” sul territorio della provincia spezzina e della Lunigiana.

L’idea originaria del progetto è nata all’ALDI sull’onda sia della vittoria di un referendum popolare che interessò la Lunigiana nel maggio 2013 su un’iniziativa di Bilancio partecipativo promosso dall’Unione dei Comuni – che vide proprio la proposta progettuale dell’ALDI vincere raccogliendo quasi il 62% dei consensi dei 10 progetti finalisti (sui 103 pervenuti) – e sia della nuova legislazione entrata in vigore nell’anno 2016, che dava precise indicazioni di soluzioni esclusivamente abitative per il “Dopo di Noi”.
L’abitazione, che ospiterà 5 persone con disabilità, sarà costruita in località Filetto di Villafranca in Lunigiana dalla ditta Rubner Hause, leader delle abitazioni in legno e ad alto risparmio energetico, in un contesto urbano di particolare pregio ambientale. I lavori, dopo l’avvenuto allestimento del cantiere, inizieranno con la posa della fondazione già il prossimo mese e saranno terminati a fine estate 2020.
Oltre alla costruzione del fabbricato, l’ALDI ha in corso la costituzione di una Fondazione di Partecipazione per la gestione e la preparazione del “Dopo di Noi” – insieme ai i servizi sociali, alle famiglie e alle associazioni di volontariato locali – in cui saranno coinvolte le persone con disabilità e i loro familiari, nonché per il difficile lavoro di “costruire” progetti di vita per i fruitori.

Hanno partecipato alla conferenza stampa, portando il loro contributo alla mattinata: la dott.ssa Linda Messini Consigliere di Indirizzo della Fondazione Carispezia, che ha destinato un contributo al progetto nell’ambito del sopracitato bando “Integrazione e Inclusione: una sfida possibile”; Mirco Paletti vice Presidente della Fondazione Paletti, sponsor del progetto; Michael Rubner responsabile vendite Italia Rubner House, ditta costruttrice e sponsor del progetto; Annalisa Folloni e Rosanna Vallelonga rispettivamente Assessore dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana e Direttore della Società della Salute della Lunigiana, che hanno voluto evidenziare l’importanza di questa progettualità, unico esempio per l’intero territorio lunigianese.