Corbani (IV): Montedivalli frazione abbandonata dall’amministrazione comunale di Podenzana

0
202

“La popolosa frazione di Montedivalli del comune di Podenzana, è totalmente abbandonata al suo destino di declino e degrado inarrestabile”. A dichiararlo è il coordinatore comunale di Italia Viva ed ex assessore PD, Valter Corbani, che scrive una lettera aperta all’amministrazione comunale.

“L’ Amministrazione comunale di Podenzana sedicente di centro-sinistra, guidata dal sindaco Marco Pinelli ha abbandonato totalmente la frazione di Montedivalli, lasciandola in condizioni di assoluto degrado.

La viabilità comunale delle varie borgate è ridotta a una ‘pista da fuori strada’ – secondo quanto afferma Corbani – l’asfalto è un bel ricordo di anni fa, ora le strade sono ridotte solo a buche, sassi e terra, con smottamenti e frane da contorno.

Non meglio versa la viabilità provinciale di fondo valle, che dal confine con Bolano, (bivio per Montebello) arriva sino al ristorante Il Mileo, a confine con il comune di Calice al Cornoviglio, nel tratto in questione sono presenti frane, smottamenti e cedimenti del piano viario, il tutto risalente agli anni della prima alluvione di circa 10 anni fa.

In località Boschetto, è presente un recente insediamento abitativo con circa 50 abitanti, dei quali 10 sono bambini in età scolastica e la strada in prossimità dell’abitato è stata nel tempo teatro di numerosi incidenti.

Il sottoscritto mesi fa ha rivolto un appello al sindaco di Podenzana, chiedendo di intervenire a porre in opera alcuni dispositivi di sicurezza, in modo da limitare il pericolo per i residenti, e in modo particolare per i ragazzi, costretti ad attraversare la strada priva di strisce pedonali (oramai consumate dal tempo), per raggiungere il piazzale antistante dove si fermano in pulmini per il trasporto scolastico. Purtroppo il mio appello sino ad oggi è caduto nel vuoto, sono già trascorsi oltre tre mesi dalla comunicazione del sindaco, con la quale riferiva del suo interessamento verso la provincia di Massa-Carrara, ma a oggi nulla è cambiato”.

Corbani prosegue la lettera con una serie di interventi che sarebbero necessari per la frazione di Montedivalli ad esempio il depuratore che creerebbe cattivo odore e igiene precaria, tanto che sarebbe diventato impossibile vivere nella zona.

“Altra situazione di rilevante degrado ambientale, la troviamo in località Pagliadiccio, a pochi metri dal bivio per Montedivalli , presso l’area della ex discarica di Ceneri Enel.

L’area risanata della ex discarica versa oggi in totale stato di abbandono, con la vegetazione cresciuta in modo spontaneo, composta da vari arbusti, canne e rovi i quali hanno creato una foresta impenetrabile nella parte inferiore e un habitat ideale per il rifugio e la riproduzione dei cinghiali e di altri animali nocivi, mentre la parte superiore dell’ex discarica è utilizzata abusivamente da privati come recinto per allevamento di capre e asini”, prosegue il coordinatore di Italia Viva.

“Spero che questa mia lettera aperta, indirizzata all’amministrazione comunale di Podenzana, non faccia la fine della precedente segnalazione, ma trovi il dovuto riscontro sia da parte del sindaco Pinelli che degli altri enti e organismi competenti, deputati alla tutela della salute e dell’incolumità pubblica”.

Leggi anche:

Podenzana, firmano un protocollo per eliminare le barriere architettoniche il comune e l’associazione provinciale Paraplegici