Spezia, arrestato molestatore seriale: il comune valuta azione legale

0
382

L’amministrazione comunal Peracchini plaude l’operato del personale delle forze dell’ordine che sabato mattina, grazie alla polizia di Stato della Spezia, ha arrestato l’aggressore seriale, accusato di molestie sessuali nei confronti di giovani donne spezzine”. A dichiararlo è proprio la-mministrazione guidata dal sindaco Pierluigi Peracchini in una nota stampa a seguito dell’arresto di un uomo, un cittadino tunisino di 35 anni, operaio con regolare permesso di soggiorno, accusato di molestie nei confronti di almeno 11 donne tra il 2017 e il gennaio 2020. Le molestie sono avvenute tra i quartieri Mazzetta e Migliarina in luoghi spesso senza telecamere. Il molestatore sorprendeva le donne da dietro, le palpava e poi scappava via. L’uomo, arrestato dagli agenti della squadra mobile, si trova in custodia cautelare in carcere.

L’amministrazione comunale, fin dal primo episodio di violenza denunciato, è stata sempre in contatto con le forze dell’ordine che hanno condotto indagini serrate per dare un volto all’aggressore, mettendo anche a disposizione il sistema di videosorveglianza cittadino, così da offrire uno strumento aggiuntivo nelle ricerche dell’uomo – Prosegue il comunicato – Una vicenda che si chiude positivamente grazie al lavoro e alla professionalità delle forze dell’ordine che con questo arresto hanno riportato la serenità nella nostra comunità.  Una vicenda che ha creato anche un grave danno d’immagine alla città, da sempre lontana da simili episodi di violenza. Per questo motivo l’amministrazione comunale sta valutando l’opportunità di intraprendere eventuali azioni legali”.

Leggi anche:

Violenza, in Toscana dieci donne al giorno si rivolgono ai Centri, ogni anno dieci femminicidi

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.