GAIA: giro di letture del contatore dell’acqua in Lunigiana

0
630

È partito il giro di letture 2020 dei contatori dell’acqua in 10 comuni della provincia di Massa-Carrara gestiti da GAIA S.p.A.: Bagnone, Comano, Filattiera, Fivizzano, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca. Il giro di letture, che interesserà più di 27.000 utenze, terminerà il 29 febbraio.
I tecnici incaricati per la lettura dei contatori di GAIA sono dotati di tesserino di riconoscimento con fotografia e nome. In caso di assenza dell’utente, dopo aver provato fino a 3 volte lo stesso giorno, in fasce orarie differenti, i tecnici lasciano un avviso cartaceo.

La lettura avviene tramite il sistema della fotolettura, ovvero lo scatto di fotografie digitali del quadrante del contatore e della relativa matricola identificativa, con data e ora del rilievo e relative coordinate geografiche. Il sistema di fotolettura consente di arginare anche la minima percentuale di errori presenti nelle letture, nonché di documentare ed archiviare agevolmente i consumi dell’utente.

L’utente può effettuare l’autolettura –  Da Regolamento,  il Gestore è tenuto a effettuare due giri di letture l’anno, ma anche l’utente può chiamare gratuitamente il numero 800-004200 e lasciare la lettura del proprio contatore, in qualsiasi periodo dell’anno. Nella prima pagina della bolletta è indicato il periodo migliore affinché l’autolettura sia valida fin dalla fatturazione successiva. L’autolettura consente di evitare l’addebito in bolletta di cifre in acconto, e di accorgersi per tempo di eventuali consumi anomali, ad esempio provocati da una perdita d’acqua occulta. GAIA S.p.A. ricorda anche gli altri numeri verdi: per la Consulenza agli utenti il numero gratuito da fisso 800-223377 (da telefonia mobile 199-113377 con costi a seconda del proprio piano tariffario) – e il numero verde 800-234567 per emergenze e guasti.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.