Aulla, Magnani: “Valettini bocciato in matematica”

0
354
Magnani Valettini

“Pretende di giustificare la scelta sciagurata di rinunciare allo Sportello Unico per le Attività Produttive di Aulla con calcoli che non sbaglierebbe nemmeno un bambino delle elementari. Consiglio lezioni private con il maestro Manzi. Ho sostenuto in consiglio comunale, portando numeri inconfutabili, che la scelta del Sindaco Valettini e della sua incapacissima amministrazione, di trasferire lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) all’Unione dei Comuni non solo è politicamente sbagliata ma anche finanziariamente ridicola perché farà pagare ai cittadini di Aulla oneri che non andranno a beneficio della nostra comunità”, a scriverlo è Silvia Magnani, ex sindaco e consigliere d’opposizione in consiglio comunale.

“In un momento estremamente difficile per l’economia e per il commercio aullese le forze produttive del nostro territorio dovrebbero avere a disposizione un ufficio posto alle dirette dipendenze dell’Amministrazione che possa aiutarle ed accompagnarle nel disbrigo di operazioni burocratiche complesse, mentre Valettini, forse per pagare qualche debito elettorale o per evitare contestazioni su future pratiche urbanistiche, decide di rinunciare proprio all’ufficio creato appositamente. Sarebbe sufficiente ricordare che la gestione dei Vigili come funzione associata con l’Unione dei Comuni ha portato al Comune di Aulla una serie di disservizi e la rinuncia ad ingenti risorse per capire che le scelte “politiche” devono essere supportate dai fatti e dai numeri”.

“Considerato che l’esimio legale specializzato in apericene e Caffè Letterari persevera nel gloriarsi di un errore che penalizzerà gli Aullesi, mi limito ad esemplificare con poche cifre ufficiali fornite dalla stessa Amministrazione.
Grazie all’accorpamento del SUAP sarà l’Unione dei Comuni a beneficiare di 50.000 Euro, somma che la Regione dovrebbe elargire per sostenere l’accorpamento di funzioni di piccoli comuni che non dispongono di uffici e personale adeguato.
Tale somma andrà comunque a beneficio non di Aulla ma di tutti i Comuni dell’Unione.
È del tutto evidente che il comune non avrà benefici finanziari di nessun genere anzi avrà dei costi da sostenere.
Infatti, qualora venisse elargito il contributo regionale il Comune di Aulla dovrà sostenere una spesa pari ad € 15.349,41 che diventerebbe però € 27.320,46 in assenza di detto contributo.
La spesa della funzione associata sarebbe compensata con il trasferimento in comando all’Unione di un dipendente per un costo annuo di circa € 23.084”.

In sintesi, evidenzia Magnani: “Aulla rinuncia ad una unità di personale per mandarlo all’Unione dei Comuni a compensare il costo della funzione associata e rimane così priva del suo ufficio SUAP.  Non intendo infierire rimarcando che il Comune di Aulla continuerà comunque a pagare in quota parte del personale trasferito e, poiché le quote si calcolano in base al numero di abitanti, Aulla (con i suoi oltre 11 mila abitanti) si dovrà fare carico di una cifra superiore ad altri. Risultato: niente riscossioni, servizio gestito da un ente terzo e non più dal Comune che però si accolla il costo di una parte degli oneri.
Un’operazione completamente in perdita per il presente e per il futuro.
Bel colpo avvocato Valettini!”.

“Non sono motivazioni di “vecchie signore consumate dal livore e dall’invidia”, come il Sindaco definisce sprezzantemente le donne che dissentono dalle sue scelte politiche, ma serie riflessioni che dovrebbero sconsigliare la decisione di privare gli aullesi di un servizio che rappresenta un fiore all’occhiello per la città e un sostegno serio e funzionale per le imprese. Consiglio all’Avvocato Valettini – conclude Magnani – un bel ripasso delle operazioni di base (addizioni e sottrazioni, prima di tutto) e magari qualche lezione privata dal Maestro Manzi o di qualche insegnante che lo sostenga nel suo difficile confronto con l’aritmetica e nel suo travagliato rapporto con le donne che non meritano le sue offensive esternazioni via social”.