Aulla: sabato 25 gennaio un evento per ricordare Enzo Jannacci

0
461

Sabato 25 gennaio dalle ore 15,30, presso la sala giunta del palazzo comunale di Aulla, sarà celebrata una delle figure più poliedriche e irriverenti della scena musicale italiana.
Parliamo di Enzo Jannacci, la cui attività di cantautore, cabarettista, pianista, compositore, attore e sceneggiatore ha segnato nel profondo la cultura popolare italiana nel Novecento.

Infatti, la storia di Enzo Jannacci sarà raccontata prendendo ispirazione dalle pagine del libro “L’importante è esagerare” di Nando Mainardi, che si avvale della prefazione del giornalista, scrittore e critico musicale Enzo Gentile.

Madrina della presentazione del libro è la delegata alla cultura del Comune di Aulla, Marina Pratici, la quale ringrazia l’autore, che sarà presente sabato pomeriggio, “per la straordinaria opportunità che ci offre di conoscere più da vicino la storia di Enzo Jannacci, uomo colto ed ironico, che ha messo non solo la gioia, ma anche il male di vivere nelle proprie composizioni, regalandoci tutte le sfumature che la vita porta con sé.
Colgo anche l’occasione per ringraziare le associazioni che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento di sabato 25 gennaio, innanzitutto l’associazione ‘Antiche Tradizioni – Amighi d’Sghigia’, ma anche la neonata Pro Loco ‘Città di Aulla’, l’associazione culturale ‘La Brunella’, l’associazione ‘Culturalmente Toscana e dintorni’, la Consulta delle donne e il Comune di Aulla, che offre il proprio patrocinio all’iniziativa” aggiunge Marina Pratici.

L’appuntamento di sabato 25 gennaio si avvarrà del contributo della cantante Loredana D’Anghera. A portare i saluti dell’Amministrazione comunale aullese saranno il sindaco Roberto Valettini e la stessa Marina Pratici, mentre introdurrà l’evento l’autore e compositore Renzo Cantarelli.
Nel ruolo di moderatrice figurerà Gaia Greco, presidente dell’associazione “Culturalmente Toscana e dintorni”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.