Massa, due mesi di rette gratis all’asilo nido per circa 150 famiglie

0
435
nido infanzia

Due mesi di asilo nido gratuito: è il regalo dell’amministrazione del sindaco Francesco Persiani che riceveranno circa 150 famiglie, quelle che hanno uno o più figli iscritti e frequentanti uno dei nidi d’infanzia comunali. All’interno dei fondi per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione-istruzione, il settore Istruzione del comune di Massa ha deciso di esonerare tutte le famiglie, a prescindere dalla fascia Isee di riferimento, dal pagamento delle rette per il periodo dal 1 novembre al 31 dicembre 2019 per una cifra totale di 62.300 euro. Provvedimento assunto con determinazione dirigenziale n. 2973 dell’11 dicembre 2019″. Lo rende noto l’amministrazione massese in un comunicato stampa.

“Grazie al Piano di azione nazionale siamo riusciti a potenziare i servizi per l’infanzia e abbiamo deciso di investire parte di quei fondi per sostenere economicamente le famiglie. La scelta dell’amministrazione è ricaduta sull’esonero delle rette che sappiamo essere una spesa importante per gli utenti. Avevamo a disposizione una cifra tale da mettere in atto questa proposta concreta che permetterà a circa 150 famiglie di risparmiare due mensilità e in questi periodi di difficoltà significa molto. Da considerare, inoltre, che questa iniziativa si va ad aggiungere ad altre di sostegno alle famiglie che si concretizzano durante l’anno scolastico. Gli uffici comunicheranno alle famiglie con figli iscritti gli asili nido comunali la disposizione dell’amministrazione comunale e, per il periodo indicato, non riceveranno il consueto bollettino di pagamento” dichiara l’assessore all’Istruzione Nadia Marnica.

“Si ricorda poi che con l’assegnazione di contributi per il sostegno dell’offerta di servizi educativi per la prima infanzia, l’amministrazione garantisce il servizio anche durante le festività natalizie – prosegue  la nota del comune di Massa – Un’offerta, anche in questo caso, voluta fortemente per andare incontro alle esigenze di quei genitori che, per motivi lavorativi, hanno necessità di affidare il bambino o la bambina ad una struttura idonea dove sono costantemente accuditi da personale qualificato. Il progetto non è limitato al periodo di Natale, ma sarà ripetuto anche per le prossime festività pasquali e ogni sabato con orario 8-13 compreso di mensa per l’intero anno educativo 2019-2020. Il servizio straordinario è dedicato ad un massimo di 38 bimbi da 3 a 36 mesi che già frequentano i nidi comunali e si svolgerà nell’unica struttura ‘Aquilone’. L’amministrazione comunale sta lavorando anche per realizzare il prolungamento dell’orario e ripetere l’apertura dei nidi anche in estate, esperimento attuato lo scorso anno educativo con ottimo riscontro”.

Leggi anche:

Consulta provinciale disabili: attivi tre tavoli su lavoro, mobilità e non autosufficienza