Lame di Aulla, Cosimo Ferri interroga il ministro dei Trasporti

0
157
Cosimo Ferri

L’onorevole lunigianese Cosimo Ferri ha scritto un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture in merito alla situazione del tratto di strada statale che collega Aulla.

“Nel Febbraio 2018 una parte della Strada Statale 62 della Cisa, in località Lame di Aulla, in Provincia di Massa Carrara, presentava criticità a seguito di un cedimento; immediatamente il Comune di Aulla provvedeva a segnalare la situazione ad ANAS Spa e al Settore “Difesa del suolo e Protezione Civile” della Regione Toscana; si sono susseguiti più incontri promossi da Comune di Aulla con ANAS e Regione Toscana, ma non è mai avvenuto un intervento vero e proprio per la messa in sicurezza della Statale”, scrive Ferri nel documento.

“Il giorno 9 Novembre 2019 è franato il muro a difesa della carreggiata e, a seguito di un sopralluogo di ANAS, è stata disposta la chiusura della strada per i mezzi di trasporto superiori a cinque tonnellate; la chiusura della Statale 62 della Cisa provoca un grave disservizio per cittadini, turisti e attività imprenditoriali; la statale 62 era l’unica arteria di collegamento per raggiungere cantieri e destinazioni tra Toscana e Liguria per i veicoli eccezionali che trasportano marmo in blocchi e per i mezzi che riforniscono i cantieri”.

“A causa della chiusura, sono quindi emerse particolari criticità per mezzi di trasporto extraurbano come gli autobus e per le attività che necessitano del passaggio di mezzi di trasporto superiori a cinque tonnellate; a seguito della frana del 9 Novembre 2019, Anas SPA ha tempestivamente avviato la procedura per l’esecuzione dei lavori in somma urgenza finalizzati alla messa in sicurezza della strada; l’unica alternativa per evitare l’interruzione dell’attività delle imprese e delle filiere di servizio è consentire il transito in autostrada senza ulteriori aggravi – evidenzia Ferri -; Salt è intervenuta e si è concordato di poter fare accedere all’autostrada quei mezzi superiori alle 5 tonnellate che per loro natura non potevano accedervi, compresi i mezzi d’opera e il trasporto dei marmi in blocchi che percorrevano quel tratto viario”.

“Occorre maggiore sicurezza ed evitare disagi per turisti, cittadini ed imprese; occorre altresì un’attenzione adeguata al problema e un intervento da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti”. Ferri chiede se e quali interventi il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti “intenda porre in essere per definire celermente le tempistiche con cui portare avanti il progetto generale dei lavori per la messa in sicurezza della Statale, già inserito nel contratto di programma 2016/2020, e per esonerare, così come richiesto dal Comune tramite il concessionario, dal pagamento del pedaggio autostradale il tratto Aulla Santo Stefano Magra – Aulla Sarzana fino all’ultimazione dell’opera”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui