Massa, azioni della polizia durante la movida e contrasto all’immigrazione clandestina ad Aulla

0
203
Polizia controlli serali

Lo scorso venerdì, la Polizia di Stato ha dato esecuzione a un provvedimento di espulsione nei confronti di un cittadino straniero di origine marocchina, con accompagnamento diretto alla frontiera del Paese di provenienza,
Il soggetto, che gravitava nel comprensorio di Aulla, era stato arrestato la scorsa estate in esecuzione di un ordine di custodia cautelare, poiché responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il cittadino marocchino di ventiquattro anni, risultato clandestino, detenuto presso il carcere di Massa, per scontare la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione, è stato espulso dal territorio nazionale quale misura alternativa al carcere, disposta dall’Autorità giudiziaria. L’Ufficio Immigrazione della Questura di Massa Carrara, valutata la pericolosità dell’uomo, pluripregiudicato per diversi reati, ha organizzato un servizio di accompagnamento alla frontiera aerea di Fiumicino, e da qui, con l’impiego di personale specializzato della Polizia di Stato, abilitato alle scorte internazionali, riconsegnato alle Autorità di polizia del Marocco.

L’attività di prevenzione è proseguita anche nel fine settimana, intensificando i controlli nel centro cittadino, con impiego di sei pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, supportate da quattro pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Toscana, nel solco della programmazione disposta dal Questore di Massa Carrara, in vista delle prossime festività natalizie.
In tale contesto, gli equipaggi della Polizia di Stato, in sinergia anche con personale della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale di Massa, hanno intensificato i controlli finalizzati alla prevenzione e al contrasto allo spaccio di stupefacenti e alla prevenzione di fenomeni di “mala movida”, a tutela dei giovani che intendono trascorrere i loro momenti di socialità in tutta tranquillità. Nel corso delle operazioni che hanno consentito di identificare 350 persone e controllare 92 veicoli, sono stati intercettati due trentenni massesi trovati in possesso di modiche quantità di stupefacente, marijuana e hashish, che hanno tentato invano di nascondere durante i controlli, e, per questo, segnalate all’Autorità amministrativa. Inoltre è stata elevata una contravvenzione per guida in stato di ebbrezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui