Grande successo per la prima edizione del Premio internazionale di arte letteraria “Il Canto di Dafne” ad Aulla

Tutti i nomi dei poeti e scrittori premiati per dire no alla violenza sulle donne.

0
215

Un grande successo ha arriso alla prima edizione del Premio internazionale di arte letteraria “Il Canto di Dafne”, che ha portato ad Aulla, nello scorso fine settimana, tanti ospiti di prestigio per una autentica “invasione” nel modo più pacifico che esista, all’insegna della cultura.

Organizzato dall’associazione culturale “La Brunella”, in collaborazione con l’associazione “Culturalmente Toscana e dintorni”, il Cenacolo internazionale “AltreVoci” e l’associazione “QuerciArte”, “Il Canto di Dafne” ha visto premiati una miriade di poeti e scrittori, che hanno affollato la sala consiliare del palazzo comunale di Aulla per dire no alla violenza sulle donne.

A presiedere la commissione che ha giudicato le opere la delegata alla cultura del Comune di Aulla, Marina Pratici, la quale ringrazia “le associazioni collaboranti e i volontari che hanno reso possibile la realizzazione di un evento così altamente partecipato e articolato”.

Ecco il verbale con l’elenco di tutti i premiati: Premio alla carriera – Albo d’oro 2019 a Craig Czury, Loredana D’Anghera, Eugenio Giani, Arjan Kallco, Donatella Rampado, Emir Sokolović e al Premio letterario “San Domenichino” nel sessantesimo della creazione; Premio eccellenza del territorio: ad memoriam al Commendator Adamo Giuseppe Galeazzi nel centesimo della nascita e al Gruppo Cile’ 94 nel venticinquesimo di attività teatrale; Premio speciale di alto merito in memoria di Antonella Ronzulli a Egizia Malatesta; sezione speciale “Opere dal mondo”: primo premio a Emir Sokolović con l’opera “Vjetrovi“ (Providenca), secondo premio a Joan Josep Barcelo’ i baucà con l’opera “Suicidi màfic“ (ElCep I La NansaEdicions), terzo premio a Lian Steiner con l’opera “Himmel”; Premio di merito a Mariana Reyes Smith con l’opera “Clouds“; sezione A poesia inedita “L’alloro”: primo premio ad Anna Maria Deodato con l’opera “Ti rimango accanto“, secondo premio ex aequo a Piera Biondi con l’opera “Immergersi nel blu” e a Vincenzo d’Ambrosio con l’opera “Sarò la carezza dell’onda (Amatrice e il mare)”, terzo premio ex aequo a Serenella Menichetti con l’opera “Evoluzione” e a Loretta Stefoni con l’opera “La figlia del vento”; Premio della critica a Vito Adamo con l’opera “Elisa” e a Sonia Vatteroni con l’opera “Abiti”; Premio della giuria a Roberto Benvenuto con l’opera “Febbraio notte” e a Laura Cerasaro con l’opera “Senza attrezzi”; Premio di merito a Silvia Barella con l’opera “Le ragazze al crepuscolo” e a Teresa Cacciatore con l’opera “Raccontami, senza fine”; menzione d’onore a Catia Angelotti con l’opera “Golfo dei Poeti”, a Francesco Saverio Bascio con l’opera “Se per caso..”, a Francesco Epicoco con l’opera “Profili d’autunno”, a Giovanna Lattanzio con l’opera “Guerriero”, a Franca Polini con l’opera “Pensieri”, a Valerie Pogioli con l’opera “Madre Luna” e a Leonardo Tavolaccini con l’opera “Impressione“; sezione B narrativa inedita “La cetra”: primo premio a Domenico Pisana con l’opera “Quasimodo, Rebora e Garcia Lorca”, secondo premio a Paola Massoni con l’opera “Io voglio vivere”, terzo premio ex aequo a Willy Piccini con l’opera “Le pazze del giovedì” e a Claudio Vastano con l’opera “Quella sera, lungo la strada”; Premio della critica ad Alessandro Corsi con l’opera “Il sogno di un amore”; Premio della giuria a Erika Casanova con l’opera “Due vite”; Premio di merito a Emma, Lucia, Livia e Linda con l’opera “Emma e le tre elle”; menzione d’onore a Lisa Brondi con l’opera “Il compleanno di Aprile”, a Marta Carlotti con l’opera “Voci che cambiano” e a Emanuela Portunato con l’opera “Rosa”; sezione C poesia edita “Le ninfe“: primo premio a Franco Casadei con l’opera “Donna del mare“ (Mediterraneo edizioni), secondo premio ex aequo a Sandro Angelucci con l’opera “Titiway“ (Giuliano Ladolfi Editore) e a Stefano Vitale con l’opera “La traversata della notte “ (Edizioni Joker), terzo premio ex aequo a Maria Gina Bonciani con l’opera “Gabbiani“ (Il Convivio Editore) e a Laura Pavia con l’opera “La miseria del cielo“ (Luca Pensa Editore ); Premio della critica a Tiziana Monari con l’opera “Il mio nome è Giovanni“ (Carta e Penna Editore); Premio della giuria a Sante Serra con l’opera “Gradi di vuoto“ (Edizioni Nuova Prhomos); Premio di merito a Sergio Camellini con l’opera “Il canto delle Muse” (Guido Miano Editore) e a Giovanni Ronzoni con l’opera “E parole sparse” (Edizioni Helicon); menzione d’onore a Maria Cristina Biasoli con l’opera “Poesie” (Ibiskos Ulivieri), a Luca Casella con l’opera ”Mure a dritta controvento” (Edizioni Helicon), a Christian Fucilli con l’opera “Era l’anno 1996” (Giovane Holden edizioni), a Lorenzo Landini con l’opera “Sindrome d’amore“ (Pilgrim Edizioni), a Gianluca Lorenzini Collodi Pronipote con l’opera “Noi e l’Elba sottovento“ (Albatros), a Tullio Rizzini con l’opera “Sonetti penitenziali“ (Il mio libro) e a Alberto Sgorbini con l’opera “Da nonno a nipote: parole nella rete“ (Tomolo Edizioni); sezione D narrativa edita e saggistica letteraria “Le muse“: primo premio a Marino Julo Cosentino con l’opera “No!” (Giovane Holden edizioni), secondo premio ad Antonia Pozzi con l’opera “La donna di Arsel” (Società editrice Il Ponte Vecchio), terzo premio a Valentina Motta con l’opera “Antigone illustrata” (Albatros Edizioni); Premio della critica a Chiara Lelli con l’opera “La figlia del giaguaro” (Albatros Edizioni); Premio della giuria ad Alberico Solimes con l’opera “Verso la montagna” (Vertigo Edizioni); Premio di merito ad Alessandra Cinardi con l’opera “Vita e il libro dei morti” (Armando Curcio editore) e a Maria Primerano con l’opera “Le indemoniate” (Tullio Pironti Editore); Premio letteratura per l’infanzia e l’adolescenza a Francesca Bianchi con l’opera “W la scuola” (La Vela Edizioni) e a Lara Panvini con l’opera “Giona Wiki” (Casa Editrice Book Sprint edizioni); menzione d’onore a Raffaele Mancini con l’opera “Teatro” (Memoranda Edizioni), a Cinzia della Ciana con l’opera “Acqua piena di acqua” (Effigi Edizioni), a Corrado Leoni con l’opera “Migrare” (Casa Editrice Kimerik), a Claudia Casadei con l’opera “MA.IK Iridi di fuoco” (Albatros Edizioni), a Matteo Scagno con l’opera “La storia del maestro curioso e del  2-2-8“ (Albatros Edizioni) e a Roberto Castiglione con l’opera “Turan“ (Casa Editrice Antipodes); Primo premio giovani autori “I germogli” alla scuola primaria paritaria “Suore missionarie” di Massa, a Lorenzo di Salvio con l’opera “La casa del diavolo” (Tomolo Edizioni), a Sofia Siccardi con l’opera “Chiuse in una bolla” e a Vincenzo Pignetti con l’opera “Poesie scomode (Tomolo Edizioni); sezione E per dire no alla violenza sulle donne in memoria di “Anna Maria Marino”: primo premio ad Angela Maria Fruzzetti con l’opera “Non dire niente a nessuno” (Ouverture Edizioni), secondo premio a Marcella Spinozzi Tarducci con l’opera “La scelta di Lilian” (Bonfirraro Editore), terzo premio a Daniela Tresconi con l’opera “La linea del destino” (Panesi Edizioni); Premio della critica a Chiara Resenterra con l’opera “Dire Maira” (CineSmania Edizioni); Premio della giuria a Stefania Casalini Felicori con l’opera “Femminicidio“ e ad Anna Maria Paolizzi con l’opera “Il sogno di Luisa”; Premio di merito a Rita Bonini con l’opera “La donna subisce”; menzione d’onore a Margherita Bertella con l’opera “Bambine” (Agostino Pensa Editore), a Dino Gerini con l’opera “Un brutto ricordo“, a Maria Grazia Giampietri con l’opera “Una piccola, grande storia”, a Fiorella Guadagni con l’opera “La danza della falena”, a Martina Longhin con l’opera “Anna – L’inferno in una bottiglia” (pubblicato dall’autore), a Milena Perico con l’opera “Bambola violata” e a Iole Troccoli con l’opera “Vita che grida“; Premio speciale “Le parole delle muse” a Kiara Aradia con l’opera “Il mio regno per un cavallo“ (Horse Angels Editore), a Gabriella Cozzani con l’opera “Prossima vittima”, a Danila Oppio con l’opera “L’ incubo di una notte”, a Mirna Poli con l’opera “Un luogo sicuro, storia di una rinascita“ e a Lolita Rinforzi con l’opera “Il cuore nella borsa“; Premio speciale “Il canto di Dafne” all’Associazione Scritture Femminili, memorie di donne con l’opera “Amore instabilità violenza” e “I quaderni dell’associazione” e all’Istituto penale minorile di Pontremoli con l’opera “Una donna è seduta su una panchina in un parco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui