Festa della Toscana: venerdì 29 novembre a Carrara si terrà il consiglio comunale in forma solenne

0
581
Granducato di Toscana - da Wikipedia

Questa ricorrenza è stata istituita con una legge regionale per ricordare l’abolizione della pena di morte della tortura e di tutte le pene corporali, sancita in Toscana il 30 novembre del 1786, per la prima volta al mondo, a opera del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo. Il tema proposto dalla Regione Toscana in occasione di questa XX edizione è “Dal Rinascimento al Granducato, al cinquantennale della costituzione della Regione Toscana”.
Carrara celebra la Festa della Toscana con un consiglio comunale in adunanza straordinaria aperta e in forma solenne, in programma venerdì 29 novembre, alle ore 11. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Francesco De Pasquale, del presidente del consiglio comunale Michele Palma e del consigliere regionale Giacomo Giannarelli, sarà data la parola agli studenti dei Licei cittadini che interverranno sul tema “Il contributo di Carrara al Rinascimento Toscano”.
Le ragazze e i ragazzi del Liceo Artistico “Gentileschi” presenteranno un loro elaborato sul Rinascimento, seguirà un intervento dei rappresentanti del Liceo Classico “Repetti” sul tema della Pena di Morte e, infine, chiuderà il Liceo Scientifico “Marconi” con un approfondimento sulla Costituzione.

“Considerata la ricorrenza e il tema specifico del 2019 che sottolinea i valori fondanti della Regione Toscana, spiega il presidente del consiglio comunale Michele Palma, abbiamo pensato di declinare l’argomento in chiave locale, con il sotto-tema ‘Il contributo di Carrara al Rinascimento toscano’. Abbiamo voluto coinvolgere le scuole cittadine per invitare i giovani a riflettere sull’appartenenza a una regione, della quale Carrara condivide, se non l’accento, temi fondanti quali i diritti umani e un antico amore per l’arte. Non a caso il simbolo della toscanità nel mondo, il David di Michelangelo, nasce dalle nostre montagne. Quest’anno la Festa della Toscana non si esaurirà con la data del 29 novembre, ma avrà un seguito nel marzo 2020, con un progetto che riguarderà il Carmi il museo cittadino dedicato a Michelangelo: ringrazio per la disponibilità a partecipare i professori delle scuole coinvolte e il direttore del Carmi Marco Ciampolini”.

Leggi anche:

Massa: cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.