Caso della Società Stella Azzurra di Aulla, prende la parola CISL Massa Carrara Toscana Nord

0
259
Protesta della cooperativa Stella Azzurra
Protesta della cooperativa Stella Azzurra

Comunicato Stampa di CISL Massa Carrara Toscana Nord

Una situazione veramente imbarazzante quello che sta avvenendo alla Società Stella Azzurra di Aulla, Cooperativa di tipo “B” nata, come prevede questo tipo di società, allo scopo di “perseguire un interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini”.

La Stella Azzurra è una cooperativa  di lavoratori, e quindi, in quanto tale, priva di grandi capitali.

Tuttavia in tanti anni di attività è sempre riuscita tra mille difficoltà a stare sul mercato e a pagare i dipendenti, magari con qualche mese di ritardo ma è sempre stata in grado di garantire reddito e occupazione, due elementi da non sottovalutare in un territorio come la Lunigiana.

Negli ultimi mesi l’inserimento di nuovi soci nella società unito ad una gestione più oculata ha permesso di mettersi in regola con i pagamenti pregressi e ha anche portato nuovi posti di lavoro.

Una vera manna per il territorio costruita in anni di duro lavoro congiunto con la stretta collaborazione dei lavoratori che, pazienti e comprensivi, non hanno mai interrotto i servizi anche per devozione verso la propria città.

Ora che sembrava si iniziasse a vedere la luce per questi lavoratori che finalmente sono arrivati dopo mesi e mesi di difficoltà ad essere in pari con i pagamenti degli stipendi, arrivano i blocchi amministrativi delle ingiunzioni attivate da alcuni lavoratori, iscritti CGIL, ingiunzioni immotivate o quantomeno giunte tardivamente, perchè ci risulta che tutte le persone che hanno firmato le ingiunzioni siano già state regolarmente saldate come tutti gli altri lavoratori!!!

Forse l’obiettivo di queste ingiunzioni non è quello istituito per sua natura di tutelare i pagamenti dei lavoratori, che nessun giudice approverà mai di pagare doppio, ma è volto a abbattere una cooperativa e/o a metterla in difficoltà proprio ora che ha acquisito nuovi appalti???

Per indirizzi politici e/o ripicche personali, ancora chi torna a pagarne le conseguenze sono i lavoratori, che hanno ricevuto solo un acconto sullo stipendio di settembre che era già programmato di essere saldato per intero appena fossero arrivati i pagamenti del comune.

Come CISL sono anni che seguiamo i Dipendenti della Cooperativa e sono anni che abbiamo gestito i periodi di difficoltà della società riuscendo sempre, mediante innumerevoli incontri con la Società, Incontri Sindacali, Incontri con le Istituzioni, incontri con la Politica, a gestire le situazione negative che via via si presentavano. Una gestione accorta la nostra mirata a garantire le retribuzioni non compromettendo la Società, i Lavoratori e i posti di lavoro, oltre una cinquantina in tutto.

Si rimane pertanto basiti di fronte a quanto fatto dalla FP-CGIL nei giorni scorsi rivendicato, orgogliosamente dal sindacato stesso sulla stampa questa mattina. Stampa sulla quale tra l’altro hanno attaccato la nostra Delegata Sindacale in modo del tutto gratuito e i Lavoratori stessi definendoli “strumentalizzati” !!! Cosa questa che non abbiamo di certo gradito.

La FP-CGIL rappresenta una piccolissima minoranza di lavoratori su 55 occupati, tuttavia ha organizzato giovedì una manifestazione sindacale molto folcloristica, fuori della sede della società. Una manifestazione evidentemente nata per distogliere l’attenzione sull’arrabbiatura dei Dipendenti nei loro confronti.

Infatti gli stessi Rappresentanti erano stati attaccati duramente dalla totalità dei Lavoratori, con la sola eccezione dei loro pochi iscritti, durante l’Assemblea del Personale tenutasi lo scorso Mercoledì. Allora i Dipendenti avevano appreso che non avrebbero ricevuto lo stipendio grazie alla “grandiosa pensata del sindacato” FP-CGIL di emettere Decreti Ingiuntivi sulla Stella Azzurra di fatto bloccando tutto il denaro della società destinato anche al pagamento degli stipendi.

I Lavoratori non sono stupidi e la loro reazione all’Assemblea è la dimostrazione di quanto la FP-CGIL ha gestito malissimo il tutto. Ogni Sindacato può usare tutte le armi che vuole previste dalla legge ma ad ogni evento bisogna usare l’arma appropriata, qua si è voluto usare “l’Atomica” per una situazione che la CISL ha gestito tantissime volte in passato in modo pacato, intelligente e costruttivo per i Lavoratori, la Società e il Territorio !!! Tutto questo la dice lunga sull’errata percezione della FP-CGIL che ha su questa vertenza e di come la si doveva affrontare. Evidentemente ha prevalso la volontà di farsi un po’ di pubblicità in un territorio, quello della Lunigiana, tanto ostico per loro dal punto di vista sindacale ma così facendo non si difendono i Lavoratori ma si mettono a rischio i posti di lavoro che esse portano sul territorio!!!!!

Quando si fa Sindacato bisogna sempre tenere presente che senza Datore di Lavoro non esiste né Lavoro né Dipendenti ma tanta disoccupazione !!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui